29.7 C
Santa Teresa di Riva
giovedì, Luglio 18, 2024
HomeAttualitàDa polifunzionale incompiuto a rifugio per senzatetto

Da polifunzionale incompiuto a rifugio per senzatetto

SANTA TERESA DI RIVA – Da incompiuto centro polifunzionale a ricovero di senzatetto: questo quello che il “destino” ha riservato al rudere sulla circonvallazione di Santa Teresa di Riva che nelle intenzioni dell’amministrazione Jaria che lo aveva progettato negli anni ’80 doveva servire come centro culturale di primordine, in un paese dove non c’erano spazi di questo genere e gli incontri “culturali” si tenevano al cinema Graziani o nell’aula consiliare. Ma restò incompleto perché nel frattempo finì la stagione delle vacche grasse e la Regione non finanziò la variante di completamento. Anzi, l’impresa che aveva realizzato il primo lotto lo lasciò incompleto e fu destinata al fallimento. Ai giorni nostri di questo rudere se ne vorrebbero fare mirabilia, proposte di recupero e di diverse destinazioni ne giacciono a decine nell’archivio delle delibere di giunta del Comune. Nel frattempo l’area negli anni ’90 è stata persino usata come discarica per gli rsu in seguito all’emergenza della chiusura giudiziaria della discarica di Vallone Abramo. Chi passa per la circonvallazione non può fare a meno di gettarci un’occhiata. Guardando meglio, però, si scopre che il “centro” è diventato un rifugio per i senzatetto. Lo testimoniano i cartoni che tappano le finestre per avere un minimo di privacy e di riparo, ed una piccola escursione negli ampi locali all’interno consente si scoprire di tutto e di più: dalle alcove per incontri ravvicinati, alle siringhe usate e abbandonate. E poi sporcizia e degrado. E c’è una specie di mansarda fai da te sbarrata da un robusto lucchetto. I locali occupati dagli homeless quanto meno una parvenza di pulizia e accoglienza c’è, segno che chi ci abita non è certo un barbone. Attraverso il cancello divelto si accede ad uno spiazzale dove c’è di tutto e molto di più, un senso di abbandono e di degrado che regna a due passi dal centro cittadino e su una strada che, senza tema di smentita, seppur costellata da piccole discariche, buche e trincee di antica memoria, per le sinuosità del tracciato è tra le più belle di Santa Teresa di Riva, da cui si gode appieno il panorama della nostra città e dello Stretto.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P