31.8 C
Santa Teresa di Riva
sabato, Luglio 13, 2024
HomeSportPresentato lo Sportinsieme, ma il clima non è sereno.

Presentato lo Sportinsieme, ma il clima non è sereno.

SANTA TERESA DI RIVA – Clima di festa l’altra sera nel ritrovo Bar Ferrara sul Lungomare di Barracca per la presentazione del “nuovo” Sportinsieme che sabato comincia il suo secondo campionato di Promozione. Comincia l’avventura sotto il segno del nuovo presidente, l’esperto Paolo Turiano, avvocato, 63 anni, bandiera del calcio locale ed elemento di grande carisma, che ha accettato di prendere in mano questa patata bollente dopo il divorzio dalla precedente gestione. Ma è il futuro che ora ci interessa. Il presidente Turiano, attorniato dai dirigenti e dai tecnici, oltre che dai calciatori vecchi e nuovi, non ha fatto proclami, come è nel suo stile, ha badato a tenere i piedi per terra, ma si è detto convinto che sebbene quest’anno la lotta per conquistare una tranquilla salvezza sarà più dura del previsto, lo Sportinsieme riuscirà a conquistare con largo anticipo un posto al sole, per concedersi poi qualche soddisfazione in pieno relax. “Anche quest’anno puntiamo sui giovani del nostro vivaio – ha detto il presidente Turiano – perché è questa la nostra politica, valorizzare gli elementi locali affinchè possano trovare, se lo vorranno, la loro strada nel calcio professionistico”. E non a caso ha citato i due ragazzi che sono andati alla Reggina, Maimone, già aggregato alla Primavera amaranto, e Saglimbene, preso tra i giovanissimi. Anche il tecnico Salvo Principato ha volutamente calmato i bollenti spiriti spiegando ai più giovani quanto sia difficile un campionato di Promozione. Ma l’ambiente non è sereno. “Lo Sportinsieme, dopo 18 anni, è oggi costretto ad allenarsi a Furci (ieri un’amichevole persa 1 a 0) tre volte la settimana – ha sottolineato l’allenatore – ed avere a disposizione il “suo” campo solo per le partite, visto che l’impianto è stato dato in gestione a società che sono nate ieri. Non intendiamo spendere 9 mila euro per giocare a S.Teresa, grazie ai complotti di palazzo che nulla hanno a che vedere con lo sport”. Ma anche queste sono destinate a saltare se l’amministrazione comunale continuerà nel suo atteggiamento ostile verso la società che per oltre cinque lustri ha tenuto alto il nome di Santa Teresa sportiva. Ad ascoltare il sindaco Alberto Morabito e l’assessore Gianandrea Agnoni. I due hanno replicato in politichese, ma il clima extracalcistico resta teso. Per fortuna si comincia a giocare. Si parte sabato, al vecchio e malandato comunale di Santa Teresa di Riva alle ore 16 per la “prima” di campionato: ospite la matricola Real Santa Venerina.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P