30.2 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Luglio 14, 2024
HomeCronacaLETTERA DEL SINDACO DI ROCCALUMERA ALL'ATO ME 4

LETTERA DEL SINDACO DI ROCCALUMERA ALL’ATO ME 4

Gentile Direttore,

 approfitto della Sua disponibilità per esporre ai Suoi lettori il mio punto di vista circa l’ATO RIFIUTI di Taormina. La TARSU ( tassa sui rifiuti solidi urbani) a Roccalumera da un gettito di circa 430.000,00= euro l’anno. Fino a quando non era entrata in funzione l’ATO con tale somma, aggiunta a circa 100.000,00 € del bilancio comunale ,riuscivo a dare un buon servizio e a pagare il trasporto in dicarica. Nell’anno 2007, così come prevede la legge, Roccalumera,ed altri 32 comuni, sono transitati nell’ATO che ha, a sua volta, affidato la gestione all’AMIA di Palermo. Da allora è andata sempre peggio. I cassonetti dei rifiuti sono rimasti,e rimangono tuttora, colmi di rifiuti per giorni e giorni, le strade sono sporche, ( in alcune il netturbino passa, addirittura ogni 5 giorni), la raccolta differenziata è inesistente, i rifiuti del cimitero sono ritirati ogni 40 giorni invece che ogni sette, i cassonetti lavati ogni tanto, le strade lavate sopratutto quando pioveva e lasciate sporche in estate e simile amenità sono sotto gli occhi di tutti. In compenso i costi sono aumentati a dismisura. Basta sapere che in un anno Roccalumera dovrebbe pagare per tale, pessimo, servizio circa € 850.000,== mentre, come detto, prima con poco più di € 500.000,00=aveva un servizio dignitoso . Ho fatto l’unica cosa che una persona di buon senso farebbe e cioè ho restituito le fatture eccedenti € 500.000,00= perchè non vedevo motivo, per di più con la riforma che prometteva risparmi ed efficenza,di pagare una simile assurdità. Prontamente la minoranza mi ha denunziato alla corte dei Conti ed all’Assessorato alla famiglia lamentando che non avevo portato in bilancio gli € 400.000,00 di fatture restituite. Prima o poi , spero, la minoranza abbandonerà la via delle denunzie ( che sono odiose e danno la misura del rancore personale e che non ha nulla a che fare con il confronto politico) e magari farà delle proposte interessanti per il nostro paese. Ma non è di questo che desidero parlare ( peraltro non interesserebbe nessuno) bensì del prosieguo della storia ATO RIFIUTI. Poichè il contratto con l’AMIA verrà a scadere al 31.12.2009 e non verrà rinnovato l’ATO RIFIUTI di Taormina ha proposto ai comuni soci di gestire direttamente essa ATO il servizio. Voi pensereste che ,finalmente, si andrebbe incontro ad una tanto sospirata razionalizzazione del servizio e ad un altrettanto,sospirato, risparmio nei costi con sollivo per tante famiglie. E’ esattamente il contrario ! Tanto per fare un esempio Roccalumera dovrebbe pagare, con il servizio gestito direttamente all’ATO, OLTRE € 1.000.000,00=( UN MILIONE DI EURO E PASSA). Una cifra assurda e che mi costringerebbe, quasi, a TRIPLICARE la tassa sulla spazzatura. Ho chiesto all’ATO di potere gestire direttamente da Roccalumera, con il personale che mi fornisce la stessa ATO,TUTTO il servizio ivi compreso il trasporto in discarica. L’ATO mi fornirebbe gli operai ed il camion che raccoglie e conferisce i rifiuti in discarica. Il Comune provvede al resto ossia a spazzare il territorio, ad iniziare la raccolta differenziata, a togliere le erbacce,pulire i tombini etc. Ho calcolato che il risparmio si aggirerebbe su,almeno il 30% su quanto avrei dovuto pagare con l’AMIA e cioè con € 600.000,00= al massimo avrei il paese pulito ed una raccolta differenziata almeno iniziata. Naturalmente tale proposta ha incontrato la netta opposizione dei vertici dell’ATO ai quali non gliene importa nulla se la tassa sulla spazzatura deve triplicare ,tanto loro con la gente non parlano, non gliene importa nulla dei bilanci delle famiglie e delle loro difficoltà. Un Sindaco, al contrario, è tra la gente e con la gente e sono i loro interessi che deve difendere SEMPRE E COMUNQUE. Questo ho appreso facendo il Sindaco ed è questo che voglio fare per i prossimi tre anni e mezzo. Agli " amici carissimi" della politica che ne sanno più di me, che giudicano con malcelato disprezzo le mie riflessioni ( non fa parte della squadra ), che non accettano di confrontarsi con la gente, che percepiscono belle indennità e tirano calci vorrei dire, io piccolo ed umile Sindaco di paese, : ma piuttosto che dire che voglio fare la primadonna ed arricciare il naso perchè non rispondete alle mie proposte ? Vi sembra un delitto se sui costi della spazzatura si risparmia, se, finalmente, si da inizio alla raccolta differenziata, se si fa un poco di pulizia nelle strade ?

Cordiali saluti

Gianni MIASI SINDACO DI ROCCALUMERA

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P