26.9 C
Santa Teresa di Riva
mercoledì, Luglio 24, 2024
HomeCronacaNIZZA DI SICILIA, PIANO VIARIO

NIZZA DI SICILIA, PIANO VIARIO

Nizza di Sicilia – Il consigliere indipendente Mimma Brigandì ha scritto una lettera aperta al sindaco, dott. Giuseppe Di Tommaso, in merito al “Piano viario” che dovrà partire il prossimo 3 dicembre, e che prevede la stessa tipologia di viabilità sperimentata durante il mercatino quindicinale del mercoledì .

“In pratica, scrive la Brigandì, vi sarà senso unico di marcia sulla centrale via Umberto I, in direzione Catania –Messina, solo nel tratto che va dall’intersezione con via Artìpo (incrocio Torrente Landro) e l’intersezione con via Regione Siciliana; e, altro senso unico di marcia, direzione Messina-Catania, su un’arteria stradale secondaria, (dove peraltro, vi è la presenza della scuola elementare), costituita da tre vie: Regione Siciliana, Comandante Todaro e Vittorio Veneto. Inoltre, i mezzi pesanti, esclusi gli autobus, provenienti da Messina, verranno dirottati in via Degli Astronauti, altra via secondaria e residenziale, dove è ubicata la scuola Materna, e da qui proseguiranno verso il lungomare; mentre nei giorni di mercato, dato che il lungomare è occupato dalle postazioni dei commercianti, i mezzi pesanti faranno lo stesso percorso delle automobili. La notizia di questo tipo di viabilità ha provocato molti malumori nei cittadini, che temono disagi e problemi, quando il piano viario entrerà in vigore. Chi ad esempio risiede in via Vittorio Veneto, proveniendo da Catania, dovrà proseguire sulla via Umberto I, per poi tornare indietro sulla via Regione siciliana, allungando di parecchio il suo percorso. Ma soprattutto la gente, che risiede nelle vie secondarie interessate dal piano viario, teme il maggiore aumento di traffico e quindi di pericoli per i pedoni, oltre che all’inquinamento acustico e atmosferico; gli stessi autobus che quotidianamente passeranno su una strada secondaria, con le soste di servizio, congestioneranno il traffico creando file di automobili, in quanto l’ampiezza della carreggiata non consente il sorpasso; inoltre il marciapiedi molto ristretto e presente solo da una parte, non permette la circolazione dei pedoni in tutta sicurezza, soprattutto di mamme con carrozzine o diversamente abili con problemi di deambulazione. Il consigliere Mimma Brigandì, che ha partecipato alla presentazione del Piano Viario, che si è svolta durante un incontro pubblico, nella sala consiliare del Comune, aveva fatto presenti al primo cittadino le perplessità sulla funzionalità del piano e soprattutto le problematicità del senso unico in una via residenziale, dove sorge peraltro, una scuola.” In questa zona- aveva affermato la Brigandì-con l’entrata in vigore del senso unico, aumenteranno l’inquinamento acustico ed atmosferico dovuti al traffico automobilistico, con problemi per la vivibilità e in particolare, per la scuola, disturbo nello svolgimento delle lezioni e problemi di congestionamento del traffico soprattutto negli orari di punta, in cui i genitori accompagnano o prelevano i figli ; lo stesso problema sorge per la via Degli Astronauti, dove il continuo via vai di mezzi pesanti sarà fonte di pericolo per i pedoni e di inquinamento, tenendo presente che in quella zona è ubicata la scuola materna”. La domanda che si pongono tanti cittadini- afferma la Brigandì- è la seguente: “ Ma a Nizza il senso unico era proprio necessario o bastava posizionare qualche divieto di sosta nei punti più critici, dove si creano imbottigliamenti?” E ancora:” Se si voleva attuare il senso unico, perché non si è pensato di farlo nella maniera più logica e lineare tra la via Umberto I e il lungomare, lasciando tranquille le zone residenziali, dove la tipologia della carreggiata e la struttura delle abitazioni non si presta a sostenere una quantità di traffico elevata? Pertanto, alla luce dei tanti interrogativi e dei disagi che i cittadini prevedono di affrontare, il consigliere Mimma Brigandì, invita il sindaco a pensare alla possibilità di apportare dei correttivi al Piano Viario, che entrerà il vigore il 3 dicembre prossimo, in quanto, nella maniera in cui è attualmente concepito, non migliora, ma complica la viabilità e crea problemi di vivibilità in alcune zone del paese. Nel caso in cui il primo cittadino non ritenesse opportuno accogliere le sollecitazioni dei cittadini, e dopo l’entrata in vigore del senso unico, dovessero sorgere i problemi evidenziati, il consigliere Brigandì sarà a disposizione per una raccolta di firme, finalizzata alla modifica del Piano Viario”.

Il consigliere comunale Mimma Brigandì (nella foto)

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P