29.1 C
Santa Teresa di Riva
mercoledì, Luglio 17, 2024
HomeCronacaINTERVISTA A MIASI: PERCHE' MI SONO DIMESSO

INTERVISTA A MIASI: PERCHE’ MI SONO DIMESSO

Roccalumera – Il sindaco avv. Gianni Miasi, componente della giunta dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche e dei Peloritani si è dimesso da tale incarico. In una lettera inviata al presidente Antonio Di Ciuccio, anche lui avrebbe rinunciato all’incarico per motivi di famiglia, Miasi spiega il motivi delle dimissioni, che sarebbero riconducibili ad uno scollamento degli obiettivi prefissati. “Si parla del rilancio dell’Unione, ma c’è sempre chi vuole primeggiare, ha detto Miasi nel corso di una intervista telefonica. Non c’è nessun programma: la Giunta dell’Unione si è fermata da tempo, non va nè avanti e né indietro. Si era parlato di portare avanti il progetto dell’unione dei servizi, che dire? Un ufficio tecnico comprensoriale, per tutti i comuni, con notevole risparmio di costi; ma poi tutto è caduto nel dimenticatoio. L’unione, ha continuato Miasi, vuole dire anche recupero, solidarietà, ma qui si parla solo di portare finanziamenti per il proprio comune. Qualcuno ha detto anche che bisogna abolire l’Agenzia di Sviluppo nata all’interno dell’Unione e che è di grande qualità e giovamento; qualcuno parla pure di scioglimento. Ed allora io dico, mettiamoci nella giusta carreggiata se vogliamo continuare questo percorso insieme, altrimenti si prendano adeguate decisioni”. La notizia è rimbalzata in tutti i diciotto comuni che fanno parte dell’Unione, perché una eventuale crisi porterebbe alla perdita di ingenti somme. Difatti la settimana scorsa la commissione affari istituzionali della conferenza delle Regioni ha approvato i fondi ripartiti per il 2009 all’Unione dei Comuni e alla Sicilia sembra che siano stati assegnati tre milioni e 376 mila euro. Di questa somma una buona fetta dovrebbe andare all’Unione dei Comuni delle Valli Joniche e dei Peloritani perché aggrega ben diciotto comuni della provincia di Messina (da Scaletta Zanclea a Roccafiorita e S.Alessio Siculo). Le dimissioni del sindaco di Roccalumera hanno costretto il vice presidente dell’Unione, dott. Nino Bartolotta, primo cittadino di Savoca, a convocare urgentemente la giunta per capire cosa sta succedendo all’interno di questa aggregazione. Cioè se si vuole andare avanti insieme, oppure se ogni comune vuole ritornare ad essere da solo contro tutti. E sarebbe un vero peccato. Perché sono passati dieci anni per unire questi diciotto comuni. Dieci anni di storia, di incontri e di riunioni e quando il lavoro è stato concretizzato, più di una amministrazione sta cercando di tirarsi indietro. Ciò sta a dimostrare che il campanilismo politico non è stato sotterrato e che non è tempo ancora di collegialità politico amministrativa nei nostri comuni. Peccato. La gente del posto dal primo minuto ha avuto fiducia nell’Unione dei Comuni, alcuni amministratori evidentemente no. Che delusione.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P