28.7 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Luglio 19, 2024
HomeCronacaROCCALUMERA, DA TUTTO IL MONDO PER MADRE VERONICA

ROCCALUMERA, DA TUTTO IL MONDO PER MADRE VERONICA

Roccalumera – Per festeggiare il 59° anniversario della morte della Serva di Dio, Madre Veronica Briguglio, deceduta il 3 febbraio 1950 in odore di santità, si prevede una funzione religiosa a valenza internazionale. Cioè, le responsabili e le superiori degli istituti delle “Suore Cappuccine del Sacro Cuore” sparsi per il mondo verranno a Roccalumera per rendere onore e grazia alla fondatrice, Madre Veronica. Per cui oltre alle autorità religiose regionali e provinciali, convergeranno su Roccalumera anche le delegazioni della Romania, Polonia, Colombia, Cecoslovacchia, Perù, Messico e tante altre ancora. La solenne cerimonia religiosa si svolgerà nella chiesa di S.Antonio, dove la Serva di Dio trascorse gli ultimi anni della sua vita. Madre Veronica Briguglio è morta a Roccalumera il 3 febbraio 1950 in odor di santità. Nel 1980 per la fondatrice dell’Istituto Suore Cappuccine del sacro Cuore è iniziato il processo di canonizzazione, per tutto il bene e per i miracoli che ha fatto. Nata nel 1870 da genitori modestissimi (il papà faceva il pescatore), in una piccola e poco confortevole casetta di via Cenere (oggi Botteghelle), ancora giovanissima consacrò la sua vita a Dio, frequentando ogni giorno la chiesa e ascoltando il vangelo letto da mons. Francesco Maria Di Francia. E’ stata caritatevole e si è tanto prodigata per aiutare gli ammalati ed i bisognosi. Di lei, benefattrice, sono stati scritti interi libri. Il cavaliere di Vittorio Veneto Pietro Mollica ricorda che “il trenta per cento degli operai occupati nei magazzini di agrumi e in altre attività era stato assunto tramite interessamento della prodigiosa Madre Veronica del Bambino Gesù, che allora era il personaggio più stimato e lodato di tutta la provincia”. Anche uno studioso di Roccalumera, ricorda che nella “masseria di Sciglio”, una azienda agricola diretta allora da fra Carmelo Giannetto, trovarono lavoro tante persone povere e bisognose. Anche nelle terre del barone Fiorentino e della marchesa Carrozza sono stati occupati manovali e padri di famiglia, grazie all’intercessione della fondatrice dell’Istituto Suore Cappuccine del Sacro Cuore. Il tre febbraio, nel “giorno del transito” di Madre Veronica Briguglio, il paese di Roccalumera sarà cinto a festa. Religiosi e fedeli di tutto il mondo prenderanno d’assalto la chiesa di S.Antonio, per partecipare ai festeggiamenti della Serva di Dio. Presenti anche politici e amministratori comunali, con in testa il sindaco avv. Gianni Miasi.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P