30.2 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Luglio 14, 2024
HomeCronacaFURCI, PARISI. "RESTEREMO PER ALTRI 5 ANNI"

FURCI, PARISI. "RESTEREMO PER ALTRI 5 ANNI"

Furci Siculo – “Noi siamo qui a governare il paese, ci stiamo impegnando al massimo e resteremo per i prossimi cinque anni”. Lo ha dichiarato il sindaco Bruno Parisi, a chiusura della conferenza stampa che si è tenuta al palazzo municipale, rispondendo alle accuse degli avversari politici che lo vorrebbero con le valige pronte a lasciare il comune. Parisi ha ribadito che pur non godendo della maggioranza in consiglio, la sua squadra in questi sei mesi ha realizzato un sacco di iniziative e programmato una serie di interventi in favore della cittadinanza. L’incontro del primo cittadino con i giornalisti è maturato a seguito di un manifesto murale apparso avantieri lungo il territorio comunale nel quale i consiglieri della lista “Civiltà e Progresso” che governano il civico consesso (nove del presidente Sebastiano Foti, contro i sei del sindaco) hanno attaccato il primo cittadino sull’approvazione del conto consuntivo. Parisi ha spiegato che è stata una scelta necessaria per non mandare in comune in dissesto e che così facendo è riuscito anche a pagare gli stipendi agli impiegati comunali oltre gli arretrati. Non solo, ha detto pure che con pochi soldi nelle casse comunali ha avviato la mensa scolastica, il servizio pulmino per il trasporto alunni, oltre alla messa in funzione del campo di calcio e della palestra coperta (finalmente) con giovani atleti locali che giocano a calcio e pallavolo. Bruno Parisi ha parlato anche degli interventi per l’ampliamento del cimitero (con la costruzione di altre 80 loculi) e della sistemazione delle strade di collegamento con la pineta e le frazioni. A fare da cornice al sindaco, nella sua dettagliata relazione, sono stati gli assessori Francesco Rigano, Sarah Vita, Nina Foti e Francesco Foti, i consiglieri Francesco Moschella, Carmelo Freni, Simona Cordaro, il ragioniere Paolo Saglimbeni e l’esperto del sindaco dott. Nando Coglitore. Quest’ultimo ha detto che il comune potrebbe risollevarsi dalla crisi finanziaria se riuscisse a recuperare i residui attivi (quasi due milioni di euro) dovuti a mancati pagamenti del canone dell’acqua, della spazzatura, occupazione suolo pubblico, ecc. “Ci sono famiglie, ha detto successivamente il rag. Saglimbeni, che non pagano dal 1999 o addirittura che non sono iscritte a ruolo, per cui il comune si trova in grosse difficoltà”. Anche l’assessore Francesco Rigano si è dilungato sulle iniziative di questa giunta municipale, parlando della riqualificazione del Parco suburbano e di un progetto di strade tra la zona Portella e la pineta e tra quest’ultima e la frazione Artale. Ha detto pure che la passata amministrazione non ha presentato nessun progetto alla Provincia e che forse il finanziamento programmato si perderà. E poi ha concluso “in sei mesi abbiamo superato (in fatto di iniziative e interventi, ndc) il maestro di turno, cioè la passata amministrazione”. Poi gli auguri del sindaco Parisi: “Siamo ottimisti, scrivetelo. Buone Feste a tutti”.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P