18.2 C
Santa Teresa di Riva
lunedì, Aprile 15, 2024
HomeCronacaPORTICCIOLO: FURCI, NIZZA, S.ALESSIO PURCHE' SI FACCIA

PORTICCIOLO: FURCI, NIZZA, S.ALESSIO PURCHE’ SI FACCIA

Furci Siculo – “La realizzazione di un porticciolo darebbe un input allo sviluppo del comparto pesca e del turismo in tutti i comuni della riviera jonica”. A dichiararlo è il dott. Aldo Cerreti, presidente del consorzio di ripopolamento ittico “Peloritani Jonici” con sede a Nizza di Sicilia. Il dott. Cerreti ha varato una petizione per la raccolta firme in tutti i diciotto comuni del comprensorio. L’obiettivo è quello di costruire (tramite accordo tra Regione e comuni interessati) un porticciolo tra Nizza e Roccalumera, da servire all’attracco dei natanti da diporto o a lungo percorso (per i turisti) e alle imbarcazioni dei pescatori. Soprattutto per questi ultimi, considerato che d’inverno sono costretti a tirare le loro imbarcazioni fin nelle piazzette del lungomare, al riparo dai marosi e dal mare in tempesta. Sulla costruzione di un porticciolo lungo il comprensorio Capo Alì Capo S.Alessio sono state avanzate decine di proposte. Tutto è iniziato circa tredici anni fa, quando l’attuale sindaco di Furci dott. Bruno Parisi, allora vice sindaco, propose la costruzione di un porticciolo per attracco barche dei pescatori, nella zona prospiciente Furci Verde. Allora, mancarono i finanziamenti e il progetto rimase nel cassetto. Su questa idea sono state avanzate altre proposte, tra cui la costruzione di un porticciolo sulla foce del torrente Fiumedinisi, la realizzazione di un porto canale marittimo tra S.Teresa e S.Alessio a cura della società Generali Marittime srl ed ora l’esecuzione di un porticciolo tra Nizza di Sicilia e Roccalumera a cura del consorzio di ripopolamento ittico “Peloritani Jonici”. Il presidente del consorzio, dott. Aldro cerreti, ha dichiarato che “Si tratta di un’opera ambiziosa, ma di sicuro ritorno economico e sociale. Basti pensare allo sviluppo nel settore della pesca e del turismo”. Tanti progetti, tante iniziative. Se ne parla da circa quindici anni, ma ancora la riviera jonica non ha un porticciolo. Ed i problemi aumentano, non solo per i pescatori, che quando impazza il maltempo sono costretti ad attraccare a Giardini Naxos, ma anche per i turisti e vacanzieri, costretti a lasciare (d’estate) le imbarcazioni al largo e raggiungere la riva con le scialuppe.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P