15.1 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Marzo 3, 2024
HomeDalla SiciliaLotta al bullismo e cyberbullismo, in Sicilia parte progetto pilota

Lotta al bullismo e cyberbullismo, in Sicilia parte progetto pilota

Un progetto pilota in Sicilia, che potrebbe diventare un modello per altre aree del Paese, per la lotta al bullismo e al cyberbullismo attraverso la formazione di docenti e genitori e il coinvolgimento degli 802 istituti scolastici dell’isola è stato realizzato dal governo Schifani con un finanziamento di 1,8 milioni di euro e dall’Ufficio scolastico regionale, con partner d’eccezione come l’Università di Firenze, il Telefono Azzurro, la Fondazione Carolina, l’associazione MaBasta.

Solo in Sicilia, secondo i dati estrapolati dalla piattaforma del ministero dell’Istruzione e del merito, il 27% degli studenti dichiara di essere vittima del bullismo e il 7% di cyberbullismo, con il 24% che ammette di avere partecipato a episodi di vessazione nei confronti delle vittime dei due fenomeni.

Nell’ambito del progetto pilota, Telefono azzurro attiverà una linea dedicata alla Sicilia, dove in ognuna delle nove province sarà operativo un centro territoriale di supporto (Cts), gestito da una scuola che coordinerà a cascata 16 istituti. Prevista una piattaforma di ascolto di bambini e ragazzi con linea telefonica e sistema online affidata a Telefono Azzurro, che si occuperà del monitoraggio dei casi di bullismo e cyberbullismo.

Le attività formative prevedono un percorso per i docenti di 25 ore, per cui sono già stati preparati 50 esperti in collaborazione con l’Università di Firenze; percorsi per alunni di tutti gli ordini di scuola affidati all’associazione MaBasta con incontri, laboratori creativi, consapevolezza di come stare in rete, educazione tra pari; formazione per i genitori, a cura della Fondazione Carolina. A conclusione delle azioni formative è previsto, in ogni provincia, un campus conclusivo di una giornata, coinvolgendo tutti i destinatari del progetto: studenti, genitori, docenti, territorio. La formazione partirà tra qualche giorno. Il progetto entrerà a regime nei primi giorni del 2024.

La Regione siciliana sta anche studiando un progetto per avvalersi di alcuni influencer per mandare un messaggio chiaro ai ragazzi: no al bullismo e al cyberbullismo.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P