25.6 C
Santa Teresa di Riva
sabato, Giugno 25, 2022
spot_img
HomeSportIl Volley Letojanni stende la Gupe e suona la nona sinfonia

Il Volley Letojanni stende la Gupe e suona la nona sinfonia

Sant’Agata li Battiati – È ancora festa per la Savam Costruzioni Volley Letojanni che in tre set schiaccia la Gupe Catania, centra la nona vittoria consecutiva e prosegue spedita ed indisturbata la marcia nel girone M del campionato nazionale maschile di Serie B. La squadra letojannese arriva allo Sporting Center di Sant’Agata Li Battiati consapevole che avrà davanti un avversario tecnicamente inferiore ma determinato a giocarsi tutta la gara confortato dal fattore campo. Nel primo parziale è il Letojanni a condurre il gioco sfruttando soprattutto ottime azioni in attacco di Torre, Cortina e Chillemi, portando il vantaggio a 7-11. Mister Rigano effettua un cambio al centro: fuori Fasanaro (che ha accusato un lieve disturbo fisico poi recuperato), dentro Arena che offre il suo importante contributo sia a muro che in attacco, mentre si continuano a concretizzare azioni ben calibrate e strategiche che aumentano il distacco degli ospiti. Sul 9-15 il tecnico Petrone decide di chiedere il primo time-out ma al rientro in campo sono i letojannesi a tornare ancora più carichi e con Torre che centra due punti con il servizio si arriva sull’11-19. Petrone non ci sta e chiama di nuovo a raccolta i suoi sul 12-20. Riprende il gioco, i padroni di casa cercano di resistere e di arrancare su tutte le palle ma la netta superiorità degli ospiti, sia per esperienza che per potenzialità individuali non gli dà la possibilità di trovare spazio e Chillemi rincara la dose allungando con altri due punti. Per arrivare a 23 ci pensa Torre con una pipe, lo stesso che chiude anche il set con una schiacciata dalla seconda linea. Nel secondo set è sempre il Letojanni a tenere testa, iniziando a staccarsi dagli avversari. Sul 6 a 11 è time-out per la squadra locale ma non è sufficiente per recuperare lo svantaggio. Capitan Cortina insieme a Torre e Chillemi non sbagliano un colpo sia in attacco che dalla linea dei 9 metri e spiazzano gli avversari mettendoli in difficoltà, mentre a muro ci pensano il rientrato Fasanaro con Battiato. Sul 13 a 20 è sempre Petrone a fermare il gioco per cercare di cambiare registro ma a nulla serve. I letojannesi, nonostante qualche imprecisione di troppo in fase ricettiva permettono agli etnei di accorciare le distanze. Nel frattempo Rigano inserisce Vitale. L’ultimo punto per i letojannesi è un regalo degli avversari che sbagliano la battuta e il set si conclude con il risultato finale di 20 a 25. E’ sicuramente il terzo set quello più combattuto, all’inizio del quale le due squadre si rincorrono punto a punto fino al 6 pari. Rigano decide di spendere il primo time-out della partita ma non basta per scuotere i suoi ragazzi che accusano un momento di confusione; i padroni di casa ne approfittano e effettuano il sorpasso sul risultato parziale 12-10. Con Battiato al servizio e una ricognizione di impeccabili azioni in attacco, viene restituito agli jonici il vantaggio massimo di 12 a 17, tanto da indurre l’allenatore del Catania a chiedere il secondo time-out. Chillemi va in battuta ed è ace, e subito dopo viene sostituito da Buremi, così come sono potenti e determinanti i servizi di Torre per arrivare sul 15 a 21. Sul 17 a 22, Rigano si accorge che la sua squadra ha qualche tentennamento ed è pronto a chiamare time-out e spezzare il gioco con l’ingresso di Vitale e Scheid al posto di Fasanaro e Balsamo. Il 25 a 20 finale è un errore in attacco di Calabrese, uno dei migliori degli avversari. Soddisfatto del risultato mister Rigano, consapevole di guidare una squadra ben strutturata e con grandi potenzialità “che – ha affermato – è stata capace di dimostrare la superiorità rispetto all’avversario confermando il primato della classifica”.

GUPE CATANIA: Corallo 5, Nicosia 1, Calabrese 11, De Costa, 8, Scuderi F. 3, Magrì (L), Romano 0, Scuderi R. 4, Giuliano e Fisichella Ne. All: Fabrizio Petrone

ASD VOLLEY LETOJANNI: Battiato 8, Cortina 12, Torre 17, Chillemi 13, Fasanaro 4, Balsamo 2, Chiesa (L), Buremi 0, Vitale 0, Scheid 0, Arena 1, Romeo Ne. All: Gianpietro Rigano e Claudio Mantarro.

PARZIALI SET: 16-25; 20-25; 20-25

ARBITRI: Andrea Ippolito di Caltanissetta e Carmelo Fioria di Enna

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
0:00
0:00
P