19.5 C
Santa Teresa di Riva
venerdì, Aprile 12, 2024
HomeMessinaDottoressa dell’Asp aggredita da un paziente a Messina

Dottoressa dell’Asp aggredita da un paziente a Messina

Ancora aggressioni ai danni dei medici. Una dottoressa del reparto Servizio psichiatrico diagnosi e cura di Messina Nord è stata “brutalmente aggredita” ieri da un paziente mentre svolgeva il proprio turno di lavoro. A denunciare il caso la Cisl. La dottoressa è stata condotta da alcuni infermieri al pronto soccorso dell’ospedale Papardo per le cure del caso.
«Quello della sicurezza dei medici – affermano il segretario generale della Cisl Mesina, Antonino Alibrandi, la segretaria generale della Cisl Fp Messina Giovanna Bicchieri e il segretario generale della Cisl Medici Messina, Giuseppe Costa – è una delle questioni che il sindacato ha recentemente sollecitato al manager sottolineando la grave carenza organica di personale sanitario e chiesto un sopralluogo per verificare la difficile realtà in cui molti sono costretti ad operare. Proprio sul rischio sicurezza sul luogo di lavoro era stato proclamato lo stato di agitazione del personale».
La Cisl e le federazioni del Pubblico Impiego e dei Medici evidenziano anche come una situazione di difficoltà si registra anche nel reparto di Taormina e all’Opg di Barcellona.
«Abbiamo raccolto, su questo fronte – continuano – la disponibilità del manager dell’Asp Giuseppe Cuccì ad effettuare un sopralluogo per verificare personalmente le problematiche strutturali e lavorative da noi segnalate, mostrando peraltro una particolare sensibilità per i temi trattati che ben conosce provenendo dall’esperienza professionale maturata proprio nel settore della salute mentale, così da trovare immediate soluzioni».
Proprio Cisl, Cisl Fp e Cisl Medici hanno nel tempo denunciato il rischio che si poteva venire a creare con i tagli lineari alla dotazione organica aziendale dell’Asp Messina con il personale, in numerisi casi, al di sotto dei parametri minimi imposti dai decreti ministeriali.
«In particolare, proprio il dipartimento di Salute Mentale oggi si ritrova esattamente 54 infermieri in meno rispetto alla precedente dotazione organica e si registra anche un importante sottodimensionamento del personale medico. Serve immediatamente operare delle scelte nella direzione di un potenziamento della struttura medica ed infermieristica per rispondere alla domanda di cura sempre crescente e garantire gli standard minimi di sicurezza a chi opera nelle strutture di Salute mentale».

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P