19.4 C
Santa Teresa di Riva
sabato, Maggio 25, 2024
HomePrimo PianoA Nizza di Sicilia il "Ciumareddu Art Festival", il quartiere patrimonio di...

A Nizza di Sicilia il “Ciumareddu Art Festival”, il quartiere patrimonio di comunità

Si è svolto a Nizza di Sicilia un evento molto significativo e rappresentativo della Riviera jonica, con le peculiarità del borgo marino, magnificamente riportato alla luce nella bellezza del suo patrimonio storico e delle tradizioni popolari. “Ciumareddu Art Festival” è stata una manifestazione simbolica che ha tratto dalla realtà strutturale del quartiere di San Giovanni di Nizza e dalla partecipazione degli abitanti del luogo, la forza per raccontare la storia del paese.
In questo modo si è potuta recuperare la gioia dell’appartenenza ad un territorio che nelle attività quotidiane della pesca, dell’orto, del ricamo, del cibo, dell’intrattenimento, del dialogo e della solidarietà ha espresso la fecondità di una comunità, che sa crescere e lavorare per il bene comune. E’ stato valorizzato ogni vicolo, attraverso le storie emerse dall’ascolto delle narrazioni degli anziani e dei più giovani che hanno mantenuto la memoria.
Questa rievocazione partecipata, pertanto, si è rivelata fonte di energia da reinvestire nell’attualità, che ha bisogno di punti di riferimento validi e propositivi a cui attingere per continuare sulla via dell’etica e della creatività riscoperte nel tessuto di un quartiere strutturato per essere fonte di benessere, di comunicazione e di socializzazione.
E’ qui che si innesta il genio artistico di Elena Borghese, con la squadra dei suoi collaboratori, principalmente residenti, che hanno creduto nella possibilità di far rivivere le attrazioni impresse nelle radici, nel senso di appartenenza e nell’identità di una cittadina di mare.
Questa idea originale è sicuramente un modello da seguire per le amministrazioni della Riviera Jonica che intendono sviluppare il comprensorio nella prospettiva di un turismo sostenibile e nel rispetto della cultura. In questo modo si permette l’espressione adatta alla contaminazione che genera valore ed esalta la diversità come ricchezza attraverso la molteplicità delle forme dell’arte, la musica, la grafica, la pittura, l’architettura, la letteratura, la danza, il disegno e la poesia .
Così è avvenuto per gli artisti che si sono esibiti, nella serata finale, coerenti e pertinenti alla cornice della struttura del bel quartiere creato per ripensare in un’atmosfera d’incanto, da stupore che tocca le corde del cuore e fa dono di pace, serenità e gratitudine per l’eredità acquisita e la progettualità avviata.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

Luca Bennato on Unico: Michael Martini
Maria Grazia Nunzio on Un cimitero per cani e gatti
Giuseppe Di Leo "Accademia Scuderi" Palermo on Judo – Il maestro Corrado Bongiorno orgoglio di Furci 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P