26.1 C
Santa Teresa di Riva
domenica, Settembre 19, 2021
spot_img
HomePrimo PianoIl Volley Letojanni passa a Pozzallo, ipotecati i quarti di finale

Il Volley Letojanni passa a Pozzallo, ipotecati i quarti di finale

L’obiettivo principale era partire con il piede giusto. Con una vittoria, come si direbbe. E così è stato. Anche se il successo per 3 a 1, ottenuto stasera sul campo del Pozzallo di mister Prefetto, è stato fortemente sofferto. Una partita dai due volti. Una prestazione ad intermittenza che, se da una parte ha condotto alla vittoria l’Asd Volley Letojanni, dall’altra ha lasciato l’amaro in bocca a coach Rigano per come è arrivata. Niente di grave, certo. I 45 giorni di stop si sono di certo fatti sentire. Ma la gara d’andata degli Ottavi dei play-off promozione si doveva affrontare diversamente. Con il piglio giusto. Contro squadre più attrezzate si sarebbe incorsi sicuramente in una sconfitta. E questo dovrà far riflettere Rigano e Mantarro, assieme a tutta la squadra, che oggi hanno raggiunto il massimo risultato con il minimo sforzo. Una squadra, quella letojannese, che nella gara di ritorno che si giocherà sabato prossimo, a partire dalle ore 18, al Pala “Letterio Barca”, potrà tranquillamente vincere con qualsiasi punteggio per volare ai Quarti, dove affronterà la vincente di Cinquefrondi-Gupe Battiati Catania. Ad ogni modo la vittoria contro i pozzallesi fa presagire una quasi qualificazione alla fase successiva, anche se i ragusani oggi hanno fatto sudare le proverbiali sette camicie ad un Letojanni che, in casa, dovrà affrontare l’avversario con più concentrazione, dimostrandosi squadra tosta e costruita per vincere.

Una formazione che iniziava il primo set abbastanza bene, con Saglimbene che si posizionava da P4 e Mazza che giocava da opposto (Chillemi infortunato), commettendo ad onor del vero pochi errori. La compagine jonica giocava alla grande in ricezione ed efficacemente in battuta, e dopo un paio di minuti di studio, fatto di continui cambi palla, il Letojanni scavava un solco di ben 5 punti, portandosi sull’11 a 6. A nulla serviva il time-out di Prefetto, visto che Cortina (il miglior in assoluto tra i suoi con 16 punti totali messi a segno) e Saglimbene imperversavano in attacco, permettendo al Letojanni di raggiungere il massimo vantaggio di 17 a 9. Ma a questo punto si spegneva la cosiddetta lampadina e la squadra messinese cominciava a soffrire in ricezione, con il Pozzallo che metteva pressione in battuta ed era molto presente in difesa, riuscendo ad accorciare fino al 18 a 14. A questo punto Rigano chiamava tempo e al rientro in campo ace di Chillemi, semi-infortunato ma mandato in campo al posto di Saglimbene (buona la sua prova con 15 punti messi a segno durante tutta la partita). Da questo momento la squadra riordinava nuovamente le idee, giocava abbastanza bene in tutti i fondamentali e riusciva a chiudere sul 25 a 18.

Nel secondo parziale invece il Pozzallo partiva molto forte e in un batter d’occhio, con un ace, un attacco errato del Letojanni e un muro, si portava subito sul 3 a 0 che non faceva presagire nulla di buono. Rigano riproponeva il sestetto ideale, con Mazza in panchina e Saglimbene opposto, e con Chillemi P4 assieme a Cortina, ma il Letojanni, nonostante tutto, commetteva parecchi errori, soprattutto a servizio e in ricezione. I giovani del Pozzallo si facevano trovare pronti, con il centrale Reccavallo e il P4 Canto che si caricavano la squadra sulle spalle, premendo sia a muro che in attacco. Un set molto difficile per i letojannesi che andavano sempre sotto e ad inseguire l’avversario. Sul 12 a 7 per i ragusani, Rigano spendeva il primo time-out, ma ciò non sortiva alcun effetto, visto che il Pozzallo si portava fino al 15 a 8. A questo punto fiammata d’orgoglio del Letojanni che iniziava a murare meglio e si portava sul 16 a 15. Da qui in poi si profilava un punto a punto fino al 20 pari, ma due attacchi di Canto e un errore dei letojannesi permettevano agli iblei di andare sul 23 a 20 e poi sul 25 a 22. Situazione di parità e partita di nuovo in discussione.

Il terzo set iniziava ancora una volta con gli ospiti con il freno a mano tirato, con molti errori in battuta e molte ricezioni approssimate che non consentivano al palleggiatore Balsamo di distribuire il gioco nel migliore dei modi. Ma, malgrado ciò, Cortina si caricava la responsabilità sulle spalle e cominciava ad attaccare dalla seconda linea e in attacco, scavando il primo solco sul 10 a 6. Non serviva a nulla il time-out chiamato da Prefetto, visto e considerato che i letojannesi pigiavano sull’acceleratore e Cortina, aiutato da Chillemi e dai centrali Schipilliti e Battiato, riusciva a portare i suoi sul 17 a 9, chiudendo poi il set sul 25 a 18, nonostante qualche errore di troppo.

Nel quarto set le cose sembravano che andassero per il verso giusto, visto che gli ospiti si presentavano ordinati in battuta e a muro, con il solito Cortina, e con Schipilliti e Saglimbene che mettevano giù palloni pesanti fino ad arrivare al massimo vantaggio di 15 a 9. A questo punto tra le fila del Letojanni si rispegneva la luce e succedeva qualcosa che stranamente si vede su un campo di pallavolo: i messinesi si innervosivano e cominciavano a sbagliare delle ricezioni facili. Chillemi e il libero Cavalli venivano beccati continuamente e il Pozzallo, con un parziale di 10 a 0, si portava avanti sul 19 a 15. Quando il set non faceva presagire nulla di buono, però, ancora una volta Cortina, sia in attacco che in ricezione, si caricava il peso della squadra sulle sue spalle e riusciva a riequilibrare le sorti del match, mettendo giù palloni pesanti e conducendo la squadra sul 20 a 20. Da qui in poi punto a punto, con i centrali Schipilliti e Battiato che si disimpegnavano bene sottorete: quest’ultimo scavava un solco importante fino al 23 a 21, mentre il primo chiudeva il muro del 24 a 22. Infine era un errore del Pozzallo a consegnare la vittoria del set per 25 a 22 e del match per 3 a 1, al Letojanni. Affermazione importante, con gli ospiti ormai con un piede e mezzo nei Quarti, ma, come detto prima, ci sarà molto da lavorare sotto il profilo del gioco, se si vorrà arrivare fino in fondo.

GABBIANO VOLLEY POZZALLO: Firrincelli 6, Spadaro L1, Pellegrino 4, Prefetto 2, Giunta 4, Cicero 4, Puglisi, Canto 22, Reccavallo 8. N.e. Comitini, Mattioli. ALL.: Prefetto

ASD VOLLEY LETOJANNI: Schipilliti 8, Battiato 13, Sabella, Balsamo 2, Cortina 16, Saglimbene 15, Mazza 3, Cavalli L1, De Francesco, Chillemi 10. N.e. Ferrarini, Arena. ALL.: Rigano

SET: 18-25, 25-22, 18-25, 22-25

ARBITRI: Rossino e Privitera di Siracusa

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

I piu' letti

Commenti recenti

0:00
0:00
P