Pagamenti della PA: verifiche di inadepienza sospese. Prorogate scadenze esattoriali

Pagamenti della PA: verifiche di inadepienza sospese. Prorogate scadenze esattoriali

Il decreto sostegni, in viogore dal 23 marzo, ha differito al 30 aprile 2021 una serie di scadenze. Tra le quali rientra la sospensione la sospensione delle verifiche di inadempienza che le Pubbliche Amministrazioni e le società a totale partecipazione pubblica devono effettuare prima di disporre pagamenti - a qualunque titolo - di importo superiore a 5.000 euro.

Nell’ambito applicativo della sospensione rientrano tutti i pagamenti effettuati materialmente entro il termine del 30 aprile; in caso di procedure ancora in corso alla stessa data (in caso, quindi, di pagamenti non ancora eseguiti), il soggetto pubblico dovrà eseguire la verifica.

Dopo una serie di provvedimenti che avevano sospeso fino al 31 gennaio 2021 l’obbligo delle suddette verifiche, il Decreto-legge 30 gennaio 2021, n.7 aveva infine stabilito un nuovo stop sino al 28 febbraio 2021. Adesso una nuova proroga.

Un altro diifferimento al 30 aprile 2021 riguarda il termine di sospensione per il versamento delle entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione. Sono, pertanto, sospesi i pagamenti in scadenza dall’8 marzo 2020 al 30 aprile 2021 che dovranno essere effettuati entro il mese successivo alla scadenza del periodo di sospensione e, dunque, entro il 31 maggio 2021.

Prolungato lal 31 luglio 2021 il pagamento delle rate della “Rottamazione-ter” e della “Definizione agevolata delle risorse UE”, scadute il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre 2020; le rate del “Saldo e stralcio” scadute il 31 marzo e il 31 luglio 2020.

Invece, entro il 30 novembre 2021, quindi, dovranno essere corrisposte integralmente: le rate della “Rottamazione-ter” e della “Definizione agevolata delle risorse UE”, scadute il 28 febbraio, il 31 maggio e il 31 luglio 2021; le rate del “Saldo e stralcio” scadute il 31 marzo e il 31 luglio 2021. Resta confermata la scadenza del 30 novembre 2021 per il pagamento della quarta rata in scadenza nell’anno 2021 della "Rottamazione-ter” e della “Definizione agevolata delle risorse UE”.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice SG2 qui sotto: