Finanziaria Sicilia. Lo Giudice: "Dati sul bilancio meno attendibili di quelli sul Covid"

Finanziaria Sicilia. Lo Giudice: "Dati sul bilancio meno attendibili di quelli sul Covid"

Non sono stato eletto per fare il pupo, ma per fare gli interessi dei siciliani. Certamente non per fare il pupo di una maggioranza che dopo mesi di lavoro in commissione e in aula pensa di poter risolvere i problemi veri dei siciliani con un pezzo di carta che non ha alcun valore. Un pezzo di carta che pretende di distribuire senza alcun criterio 250 milioni fra tutte, ma proprio tutte le possibili categorie produttive, professionali ed economiche.

Se con 120 milioni siamo riusciti a dare appena 2000 euro a poche fortunate imprese, cosa potremo dare a centinaia di migliaia di potenziali beneficiari? La verità è che con questa finanziaria abbiamo sì fatto alcune cose utili e importanti, ma non abbiamo affrontato il vero nodo: quello dei ristori e degli aiuti economici di cui i siciliani e l’economia siciliana hanno bisogno. La verità è che da mesi chiediamo di sapere cosa ne è stato del miliardo e quattrocento milioni stanziati lo scorso anno, ma non riusciamo ad avere alcuna informazione. Il Governo ha taciuto, ha fornito dati contrastanti, l’Assessore ha letteralmente dato i numeri. L’attendibilità dei dati sul bilancio sembra persino inferiore a quella dei dati sul covid! Di fronte a questa approssimazione non ho firmato, per la verità nessuno me lo ha chiesto, ma non l’avrei mai firmato, il documento della maggioranza che, lo ripeto, non ha alcun valore ma è solo un “pezzo di carta straccia” per consentire a qualcuno, come infatti già avvenuto, di fare un comunicato stampa per farsi bello. Ma sappiano che i cittadini non si faranno prendere in giro, anche perché i nodi verranno presto al pettine.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 8LT qui sotto: