S. Teresa, truffa sacerdote con banconote false: condannato a tre anni

S. Teresa, truffa sacerdote con banconote false: condannato a tre anni

Nell’agosto del 2017 il parroco di Santa Teresa di Riva don Agostino Giacalone è stato truffato. Alla porta della canonica si presentò un venditore ambulante che chiese al sacerdote di poter ottenere delle monete in cambio di banconote. Effettuato lo scambio (510 euro) dopo qualche minuto il sacerdote scoprì di aver ricevuto soldi falsi, ma dell’uomo non vi era più traccia, si era dileguato. Dopo la denuncia di Padre Agostino ai carabinieri della locale stazione, guidata dal luogotenente Maurizio La Monica, iniziarono le indagini che, dopo alcuni mesi, portarono all’arresto di Roberto Scarpato, originario di Adrano. Lo stesso era conosciuto alle Forze dell’Ordine per essere stato arrestato nel 2016 dopo aver raggirato con banconote false un negoziante di Taormina e per un atto di evasione. La Corte di Cassazione lo ha condannato a tre anni e venti giorni di reclusione ed ad una multa di 400 euro.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice QS1 qui sotto: