Due nuove barriere soffolte per salvare la spiaggia di Letojanni

Due nuove barriere soffolte per salvare la spiaggia di Letojanni

Letojanni - Dopo avere completato la difesa di un primo tratto di costa - quello che dal torrente San Filippo arriva fino all’altezza del campo sportivo, l’Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal governatore siciliano Nello Musumeci, ha pianificato la realizzazione di due nuove barriere soffolte. L’obiettivo è quello di mettere al riparo dai flutti un altro pezzo della riviera jonica contrastando il fenomeno, sempre aggressivo, dell’erosione. Si tratta del tratto compreso tra la via Catania e il torrente Letojanni. La Struttura commissariale diretta da Maurizio Croce ha affidato l’incarico di progettare entrambi i tronconi in massi naturali, che dovranno misurare complessivamente novecento metri, a un team di professionisti che fa capo allo studio Duomi di Palermo. Anche la spiaggia che lambisce questo specchio di mare è stata, poco a poco, cancellata e l’arretramento della linea di costa ha esposto diverse abitazioni alla violenza delle mareggiate. Sarà pertanto necessario, una volta collocati i frangiflutti, procedere al ripascimento utilizzando la stessa sabbia presente sul litorale ma anche i sedimenti che potranno essere recuperati dal vicino corso d’acqua.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice Y7W qui sotto: