Il Covid non può fermarte la caccia. Iniziative e proteste

Il Covid non può fermarte la caccia. Iniziative e proteste

 

Il Covid non deve fermare la caccia. L’organizzazione Caccia Pesca Ambiente, dopo l'appello di tantissimi cacciatori, ha lanciato un appello affinchè la l’attività venatoria in Sicilia vada estesa oltre il 20 gennaio. L’on. Eleonora Lo Curto ha dichiarato: “L’attività venatoria in Sicilia va estesa oltre il 20 gennaio con un’ordinanza specifica sulla base del fatto che la prosecuzione è giustificata da uno stato di necessità finalizzato a conseguire l’equilibrio faunistico-venatorio, limitare i danni alle colture nonché il potenziale pericolo per l’incolumità pubblica. Faccio appello al governo Musumeci affinché venga bypassata la scadenza del 20 gennaio e si autorizzi la caccia sia nel Comune di residenza che nell’ambito territoriale di caccia (Atc) e nelle Aziende faunistico-venatorie, situate anche in Comuni diversi da quello di residenza o domicilio, fermo restando che la caccia dovrà essere effettuata senza assembramenti, individualmente e rispettando le distanze interpersonali. Inoltre, stante l’emergenza sanitaria e le relative restrizioni, auspico che gli Assessorati competenti, Finanze, Agricoltura e Territorio, varino unitamente un decreto che disponga per l’attività venatoria la validità della tassa regionale pagata nel 2020 anche per la stagione 2021-2022”.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice DU1 qui sotto: