Tragedia a Roccafiorita, muore un 31 enne cacciatore di Messina

Tragedia a Roccafiorita, muore un 31 enne cacciatore di Messina

È stato trovato morto il 31enne, Roberto Garigali, di cui non si avevano notizie dalla tarda mattinata di ieri. Il giovane messinese, ma dai genitori originari della zona, si era recato nelle colline di Roccafiorita per seguire la sua passione di cacciatore, insieme al suo cane. Nonostante il cellulare acceso e le telefonate il ragazzo ha smesso di comunicare dalle 11.30 di ieri mattina, orario in cui è andato online su WhatsApp.

Le ricerche iniziate ieri sera sono durate tutta la notte. Ad essere impegnati nelle operazioni la Protezione civile di Furci Siculo, guidata da Stefano Morales, la compagnia dei Carabinieri di Taormina, guidata dal capitano Giovanni Riacà e con il supporto della Polizia Provinciale diretta da Antonino Triolo. Durante la notte è stata rintracciata la sua macchina parcheggiata vicino ai serbatoi sulla strada per monte Kalfa. Grazie all’utilizzo di un drone alle prime luci dell’alba è stata trovata una traccia termica, quella del suo amico a quattro zampe . Tre persone della protezione civile e due amici cacciatori del giovane si sono recati sul luogo e hanno fatto la tragica scoperta. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti il ragazzo è morto cadendo da una rupe per circa 30 metri e poi scivolando per altri 60. In questo momento si sta cercando di recuperare il corpo. La zona è impervia e le operazioni di recupero sono molto complicate.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice LC6 qui sotto: