Dopo tredici anni di peripezie il lungomare di Furci sarà finalmente rimodernato

Dopo tredici anni di peripezie il lungomare di Furci sarà finalmente rimodernato

Furci Siculo - I lavori avviati nel 2007 dovevano servire a proteggere il lungomare dai violenti marosi; ma la struttura a sbalzo in cemento armato con una sagomatura inferiore tondeggiante, studiata proprio per neutralizzare le onde impetuose dello Jonio, è stata completata solo per duecento metri, nella zona centrale, mentre sono rimasti scoperti altri ottocento metri compresi tra il torrente Savoca e il torrente Pagliara. Difatti mancando questi lavori a sostegno della costa, da tredici anni, ogni inverno, le mareggiate aggrediscono il lungomare scaricando acqua e sabbia sui marciapiedi e sulla strada. Addirittura nel 2009 proprio nei tratti ancora allo stato originario con cordolo e ringhiera, un violento moto ondoso ha procurato onde alte più di cinque metri, che hanno coperto tutto il lungomare, allagato case e garage, danneggiato strutture pubbliche e private, risucchiato nei fondali diverse imbarcazioni, spezzato gli alberi e tranciato pure un quadro della luce comunale.

La strada del lungomare è stata chiusa per un paio di giorni ed il transito è stato spostato, con doppio senso di marcia, sulla centrale via IV Novembre, parte integrante della Statale 114 Messina Catania. Adesso, grazie all'intervento dell'Ufficio contro il dissesto idrogeologico della regione Sicilia sarà possibile dotare anche gli altri ottocento metri di costa, compresi tra il torrente Savoca verso sud e il torrente Pagliara verso nord, dello stesso tipo di protezione dalle onde. La struttura commissariale diretta da Maurizio Croce ha appena pubblicato la gara d’appalto e dal momento che le offerte potranno essere presentate entro il quindici febbraio del prossimo anno, si evince che nel mese di marzo potrebbero iniziare i lavori. (nella foto la parte sana del lungomare) 

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 3UD qui sotto: