Nella giornata contro la violenza, le donne di Furci ricorderanno Lorena la giovane strangolata e uccisa in un appartamento di via Delle Mimose

Nella giornata contro la violenza, le donne di Furci ricorderanno Lorena la giovane strangolata e uccisa in un appartamento di via Delle Mimose

La giornata internazionale contro la violenza alle donne, che si svolgerà mercoledi, avrà quest’anno un significato particolare a Furci Siculo. Il sindaco, l’amministrazione comunale, la cittadinanza hanno dedico di dedicarla a Lorena Quaranta, la studentessa universitaria strangolata e uccisa dal suo fidanzato in un appartamento di via Delle Mimose. Una storia, come si ricorderà, che ha rattristito e fatto piangere tutta Italia, per il modo brutale con cui è stata stroncata la la giovane vita di Lorena.

La manifestazione si svolgerà davanti la piazza Il Moro, sul lungomare: sarà letta una poesia dedicata a Lorena e in più sulla panchina sistemata sul lungomare e dedicata a tutte le donne vittime di violenza, sarà depositato un bel mazzo di rose rosse. Poche presenzieranno, a causa delle ristrettezze del Covid, tra cui il primo cittadino, e tutte le donne che compongono la giunta e il consiglio comunale, dal vice sindaco Daniela Mercurio all’assessore Rosanna Garufi, da Violetta Ferraro a Rosaria Ucchino. La manifestazione si inquadra nella giornata internazionale contro la violenza alle donne, con manifestazioni in tutti i Comuni del comprensorio jonico del Messinese organizzate dall’associazione “Al Tuo Fianco” di cui è presidente l’avv. Cettina La Torre. A Furci. Per ricordare Lorena Quaranta, sarà sistemato, sul traliccio di piazza Il Moro, un faretto che per un intero giorno proietterà un fascio di luce rossa sulla panchina installata sul lungomare, per significare anche la vicinanza delle donne di Furci alle vittime di violenze.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 9YH qui sotto: