Il virus è entrato nelle scuole. Fermiamoci ora che siamo in tempo

Il virus è entrato nelle scuole. Fermiamoci ora che siamo in tempo

 

Il virus è entrato nelle scuole. E non poteva essere diversamente. Genitori, alunni, insegnanti, bidelli, chi più, chi meno è stato contagiato.

E da qui i positivi sono aumentati ed i contagi si sono allargati a macchia d’olio. E’ successo pure che un genitore ha trasmesso il virus al figlio; il giorno dopo il bambino è andato alla scuola Materna (di Furci) e si presume che abbia potuto contagiare i compagni. Giustamente scuole chiuse fino a nuovo ordine. A Roccalumera dopo la chiusura della scuola media, ieri sera il sindaco ha diramato una nuova ordinanza di chiusura della primaria di Roccalumera centro fino al prossimo 27 novembre. Le scuole sono state chiuse anche a S.Teresa di Riva e Pagliara, mentre a Nizza di Sicilia la Materna “San Giuseppe” è stata sbarrata fino al 27, in attesa di sanificare i locali e sottoporre al test del tampone alunni e maestranze. Sarebbe opportuno chiudere per qualche settimana tutte le scuole, sanificare le aule e sottoporre a tampone rapido alunni e insegnanti. Di questo passo il virus non si fermerà, perché tra genitori, alunni, insegnanti e bidelli, basta che uno di questi risulti positivo che si innesca una catena di contagi con conseguente chiusura dei plessi. Fermiamoci ora, che siamo in tempo.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 2LZ qui sotto: