Condannato a sei mesi di reclusione (pena sospesa) il sindaco di Letojanni

Condannato a sei mesi di reclusione (pena sospesa) il sindaco di Letojanni

Lertojanni – La Cassazione ha confermato la condanna del sindaco di Letojanni Alessandro Costa a sei mesi di reclusione (pena sospesa) per violazioni delle norme ambientali. Insieme a lui è stato condannato pure il presidente del Consorzio Rete Fognante, Giuseppe Manuli, per rifiuto atti d’ufficio. I fatti risalgono alla prima decade di agosto del 2012 (otto anni fa) quando il depuratore è andato improvvisamente in tilt, scaricando nel mare di Letojanni liquami a non finire. Il 13 agosto il sindaco ha diramato l’ordinanza di divieto di balneazione comunicandola con un certo ritardo alle autorità competenti. E da qui sono scattate le prime denunce accusandolo di aver messo a rischio la salute pubblica. Dal primo momento il sindaco si è sempre difeso asserendo di non aver commesso nessuna violazione.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 3WV qui sotto: