Il panettiere di Roccalumera che ha commosso l'Italia

Il panettiere di Roccalumera che ha commosso l'Italia

Roccalumera. Il nostro comprensorio è passato alla ribalta dei riflettori della trasmissione di Rai 1 “Italia si” condotta da Marco Liorni, e la rivista Vanity Fair. Tutto ha inizio durante il lockdown, Fabrizio Trimarchi titolare del panificio Onnis ,è stato il protagonista di una storia in cui mood principale è stato donare in modo incondizionato .

Fabrizio sapendo che nel comune di Santa Teresa di Riva era rimasto bloccato il circo Orfei, ogni giorno ha consegnato il pane gratuitamente per i 150 circensi. All’inizio ovviamente erano degli estranei, ma con il passare dei giorni le loro storie in modo inevitabile si sono incrociate, diventando amici. Il titolare del Circo Derex Martini, non faceva che chiedere a Fabrizio come avrebbero potuto ricambiare tanta generosità, la sua risposta è sempre stata: un domani saranno i vostri figli se vorranno a ripagarmi non preoccuparti”.

Dietro questa frase si cela un racconto che riguarda il papà di Fabrizio, Carmelo. Molti anni fa ,ha aiutato, donando del pane ad una famiglia bisognosa, l’uomo chiedeva sempre a papà Carmelo come avrebbe potuto mai sdebitarsi, e lui rispondeva: un domani, se vorranno, saranno i tuoi figli a ripagarmi. Tutto questo andò avanti per anni finché l’uomo sfamato parti per l’Australia in cerca di fortuna. A distanza di molti anni si recò al panificio un ragazzo che chiedeva del sig Carmelo, i figli risposero che era venuto a mancare da tempo , e chiesero al giovane il motivo per cui lo cercasse, e questi rispose che era venuto a pagare il pane che sig Carmelo aveva donato alla sua famiglia quando il padre non lavorava. Questa storia che tocca i cuori è la dimostrazione che il bene fatto torna sempre. Per chi non conoscesse Fabrizio, un gran lavoratore che si prodiga per gli altri in modo incondizionato, non ha dato da mangiare solo ai circensi durante la permanenza a Santa Teresa di Riva, ma ha sfamato, e continua a farlo, numerose famiglie del comprensorio jonico. È stato premiato dall’associazione "Amico Mio" da Aldo Interdonato, Walter Marisca e Francesco Puglisi, perché “Fabrizio è l’amico di tutti “.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice J4K qui sotto:

Ultime Notizie

Dalla Sicilia