Cinema: con "Picciridda", un'altra serata di successo all'arena estiva di Alì Terme. Il film sarà replicato martedì 25 agosto, ore 21.15

Cinema: con "Picciridda", un'altra serata di successo all'arena estiva di Alì Terme. Il film sarà replicato martedì 25 agosto, ore 21.15

Alì Terme. Un altro prestigioso colpo assestato dal CINIT-Cineforum Italiano quello messo a segno dal presidente nazionale Massimo Caminiti che, nella serata di mercoledì 19 agosto, ha patrocinato la proiezione del film “Picciridda” al cospetto dell’attrice e cantautrice Loredana Marino (Zia Franca, nel film) e della scrittrice Catena Fiorello, autrice del romanzo da cui è stato ricavato il lungometraggio in questione. Diretto dal regista Paolo Licata, alla sua opera prima, il film attraverso gli occhi della piccola protagonista, Lucia (a picciridda), racconta all’interno dello splendido scenario naturale dell’isola di Favignana, storie di emigrazione, di donne in difficoltà al cospetto di una società patriarcale e di orrori perpetrati che stridono al confronto delle bellezze naturali del luogo ove si incrociano le vicende dei protagonisti.

Due caratteri forti, quello della piccola Lucia e quello della nonna Maria attenta nel proteggere la nipote soprattutto dalle insidie degli uomini, che si scontrano ma che poi si cercano e così come accade nel film di Tornatore “Nuovo Cinema Paradiso” in cui il proiezionista (Noiret) dice al piccolo Salvatore di andare via dalla Sicilia e di non tornarci più, allo stesso modo nonna Maria ritiene che anche per la nipote Lucia la cosa migliore da fare è abbandonare la Sicilia e provare a diventare qualcuno di importante ma lontano da una terra che, ahimé, lei conosce benissimo. Ottima anche la colonna sonora, recentemente premiata col Globo d’oro all’autore Pericle Odierna, ove l’attrice-cantautrice Marino è presente con due sue canzoni “Accussì e “Abbagliu”. Un’aria da opera lirica accompagna uno dei momenti più intrisi di pathos dell’intero film: è la voce di Maria Callas, altra donna sfortunata e delusa dagli uomini, nella celebre “Eccola!...Oh, giusto cielo” dalla “Lucia di Lammermoor” di Gaetano Donizetti: Lucia di Donizetti che rimanda all'altra Lucia, la Picciridda.

Una serata organizzata oltre che dal CINIT anche dal Comune di Alì Terme, dal Lions Club di Santa Teresa di Riva e dal Cinema Vittoria che ha trovato, dietro accordo con l’Istituto Maria Ausiliatrice, la migliore location possibile per un’arena estiva. Pubblico delle grandi occasioni, gran parte del quale si è poi trattenuto durante il dibattito finale in cui le due super ospiti hanno amabilmente conversato con gli organizzatori ed hanno risposto alle domande e alle curiosità pervenute dalla platea. Ha coordinato il dibattito il prof. Ignazio Vasta, responsabile regionale del Centro Studi Cinematografici.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice Z5E qui sotto:

Ultime Notizie

Dalla Sicilia