Nizza. Condotta sottomarina in tilt, necessari interventi complessi

Nizza. Condotta sottomarina in tilt, necessari interventi complessi

NIZZA - Risolto a quanto pare il problema dei cattivi odori emanati dal depuratore consortile di contrada Piana, l’Amministrazione comunale deve fronteggiare i disagi relativi ad un sistema fognario ormai vecchio e malridotto. Il fronte più complesso è quello della condotta sottomarina di scarico in prossimità della foce del torrente Nisi. Nei giorni scorsi, dopo la fuoriuscita di liquami depurati sulla battigia, è stato dato incarico ad una ditta specializzata di verificare eventuali perdite lunga la condotta.

Dalla prospezione subacquea si è notata la risalita di liquido incolore in corrispondenza della linea di posa della condotta, che comunque risulta interrata fino ad una distanza dalla battigia di circa 200 metri ad una batimetrica di -12 metri. Al tempo stesso è stato dato incarico per un saggio di scavo sull'arenile, propedeutico, in base alla profondità, alla tipologia di intervento da effettuare. La situazione è complessa, tanto che si sta pensando alla sostituzione integrale della condotto sottomarina. Sii tratta comunque di reflui già sottoposti al processo di depurazione, che vengono scaricati in mare così come avviene negli altri impianti del comprensorio. Dunque i rischi per la salute sarebbero minimi. A meno che il depuratore non assolta pienamente le sue funzioni. Venerdì, intanto, la condotta fognaria è andata in tilt nei pressi del torrente Landro e i liquami sono finiti in spiaggia. La situazione è stata stigmatizzata dal consigliere di minoranza Nella Foscolo: “La misura è colma. Nizza e nizzardi non possono più tollerare questa situazione. Il sindaco chiacchieri meno e agisca di più”. “Si è verificato un guasto - ha spiegato l’assessore Alessandro Interdonato - che ha causato il blocco della pompa di sollevamento. Il guasto è stato segnalato agli organi competenti che sono prontamente intervenuti ed hanno risolto il problema. In questo momento storico di particolare criticità si fa appello al buonsenso di tutti - ha concluso Interdonato - compresi gli esponenti della minoranza. Bisognerebbe fare quadrato e non diffondere sempre e solo messaggi denigratori del nostro territorio”.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 3YS qui sotto:

Ultime Notizie

Dalla Sicilia