Furci Siculo, la guerra è appena cominciata. Il sindaco avverte: "dopo la giornata trascorsa al mare, dovete liberare la spiaggia dagli ombrelloni"

Furci Siculo, la guerra è appena cominciata. Il sindaco avverte: "dopo la giornata trascorsa al mare, dovete liberare la spiaggia dagli ombrelloni"

Furci Siculo – La storia si ripete. Come lo scorso anno. I bagnanti scendono sulla spiaggia, si sdraiano al sole, poi lasciano l’ombrellone sulla battigia e ritornano il giorno dopo: stessa spiaggia, stesso mare, stesso posto.

La guerra con i bagnanti è appena cominciata. Il sindaco Matteo Francilia ha messo subito le mani avanti ed ha lanciato un messaggio: “Cari concittadini e turisti al termine di una bellissima giornata trascorsa al mare dovete liberare la spiaggia dai vostri ombrelloni, sedie a sdraio o altro perché altrimenti incorrete in una illecita occupazione di suolo pubblico demaniale in violazione di quanto previsto dagli articoli 54 e 1161 del Codice della Navigazione”. Preciso il primo cittadino. Ieri però non c’è stato tanto movimento sulla spiaggia, però alcuni ombrelloni sono rimasti in piedi per tutta la notte. Allora il sindaco Francilia è tornata alla carica, dichiarando: “In questi giorni, con il Corpo di polizia municipale, effettueremo settimanalmente dei controlli e in caso di mancata ottemperanza al rispetto delle regole, provvederemo al sequestro del materiale trovato in spiaggia con aggravio di spese a carico degli interessati”. La lotta è appena cominciata.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice PB1 qui sotto: