Squallida vicenda: convincono un disabile a scattarsi foto nudo e le diffondono su internet

Squallida vicenda: convincono un disabile a scattarsi foto nudo e le diffondono su internet

Convincono un disabile a inviare foto nudo su Whatsapp, poi le diffondono sui social newtork. È il triste episodio che ha coinvolto tre uomini di 33, 34 e 40 anni, tutti pregiudicati, denunciati per diffamazione e circonvenzione d’incapace dai carabinieri del comando provinciale di Catania. I tre, originari di Randazzo, secondo quanto accertato dagli inquirenti, hanno circuito via WhatsApp Antonio (nome di fantasia) che soffre di una forma di ritardo mentale.

Uno dei tre indagati, senza il consenso di Antonio, lo avrebbe inserito in un Gruppo WhatsApp pi da lui abbandonato. Subito dopo è stato inserito in un secondo gruppo: “Antonio u' spasticu”. Anche in questo caso la povera vittima ha abbandonato. Infine, è stato inserito in un terzo gruppo: “Fratelli di Gesù”. Nel corso di una videochiamata i tre gli hanno chiesto di scattarsi delle foto completamente nudo; il giovane lo ha fatto inviando poi in chat le immagini che, nel giro di pochi minuti, sono state diffuse sui social network. La ragione sarebbe futile, come accertato dai carabinieri: “Semplice soddisfazione e divertimento”.

Nel corso delle indagini è emerso come i tre uomini avrebbero sfruttato le disabilità di Antonio per trarne divertimento. Tutti e tre sono stati denunciati a piede libero e gli uomini dell’arma hanno bloccato la divulgazione delle foto online.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice H3W qui sotto:

Ultime Notizie

Dalla Sicilia