Forza d'Agrò. Pulizia dei fondi incolti, il sindaco detta le regole: multe per i trasgresssori

Forza d'Agrò. Pulizia dei fondi incolti, il sindaco detta le regole: multe per i trasgresssori

FORZA D’AGRO’ - In qualità di autorità comunale di Protezione civile, il sindaco Bruno Miliadò ha firmato un’ordinanza per la prevenzione incendi e la pulitura di fondi incolti. Il provvedimento è stato assunto nella consapevolezza che durante la stagione estiva, a causa delle elevate temperature, il territorio è fortemente esposto al rischio di innesco e propagazione di incendi che possono svilupparsi nelle aree incolte o abbandonate, infestate da sterpi ed arbusti, con suscettività ad estendersi in aree attigue. Il sindaco Miliadò ha dunque ordinato ai proprietari o detentori a qualsiasi titolo dei fondi incolti di provvedere alla costante pulizia dei terreni specie quelli adiacenti Ie reti viarie.

In particolare modo, i proprietari sono obbligati nel raggio di 200 metri e comunque nei terreni adiacenti alle rete viaria di trasporto a provvedere al diserbo e alla pulizia dell'area posseduta da qualsiasi materiale o rifiuto infiammabile e, alla rimozione di ogni elemento e condizione che rappresentino pericolo per l'igiene e la pubblica incolumità. E’ inoltre fatto assoluto divieto di accendere fuochi dall’1 giugno al 30 settembre. Nello stesso periodo e dall’1 al 31 ottobre, previa comunicazione al Distaccamento forestale competente per territorio, è consentita la combustione di materiale agricolo e forestale proveniente da sfalci, potature o ripuliture, secondo i seguenti accorgimenti: la combustione controllata deve essere effettuata, in aree distanti da zona cespugliate e/o arboree, in piccoli cumuli, nelle prime ore della giornata dalle ore 5,00 alle ore 9,00; dall'accensione alla fase dello spegnimento, il fuoco deve essere costantemente vigilato fino alla compieta estinzione di focolai e braci.?E’ comunque vietata l'accensione di fuochi nelle giornate calde e particolarmente ventilate soprattutto nei casi di venti provenienti da Sud-Est (scirocco). In caso di violazione dell’ordinanza sono previste sanzioni amministrative pecuniarie da 50 a 500 euro.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice RP3 qui sotto: