S. Teresa. Parcheggi gratis e aiuti a famiglie e commercianti: le proposte del Pd per fronteggiare l'emergenza

S. Teresa. Parcheggi gratis e aiuti a famiglie e commercianti: le proposte del Pd per fronteggiare l'emergenza

S. TERESA - Il Circolo di Santa Teresa di Riva del Pd, con riferimento alla drammatica emergenza causata dal Covid-19, che sta investendo anche la comunià santateresina, vuole fornire una serie di proposte a favore di famiglie ed imprese che l’Amministrazione comunale potrà recepire ed attuare, nello spirito di collaborazione, che in questo particolare momento ogni forza politica può mettere in atto. Queste solo le proposte del Circolo contenute in una nota firmata dal segretario Angelo Casablanca (nella foto): disinfettazione settimanale di strade e piazze secondo i protocolli guida dell’ASP; potenziamento dei servizi a domicilio a favore di anziani e soggetti in quarantena, secondo le disposizioni di legge; esenzione del pagamento dei parcheggi a pagamento per tutti i residenti fino al 3 aprile 2020; campagna di sensibilizzazione per tutti gli esercizi commerciali aperti (previsti dal DPCM del 11/03/2020) per l’installazione di dispenser igenizzanti; predisposizioni di piani rateizzazioni più lunghi per tributi comunali scaduti e differimento della notifica di atti di accertamento di riscossione per almeno 3 mesi; riduzione Imu ai proprietari di immobili concessi in locazione ad imprese ed esercizi commerciali, se effettueranno il congelamento del pagamento dell’affitto per i prossimi 3 mesi agli affittuari; riduzione Imu alle imprese proprietarie di immobili, che sono oggetto di restrizioni del PDCM del 11/03/2020 (quali bar, ristoranti, negozi e attività non comprese tra i servizi essenziali) che stanno soffrendo profondamente questo momento. Il Circolo vuole inoltre porgere un ringraziamento al corpo dei Vigili Urbani, alle Forze dell’Ordine ed al personale del 118 per il gravoso e delicato lavoro che stanno svolgendo per l’attuazione dei decreti emanati dalla Presidenza del Consiglio, nonchè a tutti i lavoratori delle imprese che stanno fornendo servizi essenziali alla comunità, e piena solidarietà a quelli delle attivita’ oggetto di chiusura come dal Decreto del 11 marzo 2020.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 2VI qui sotto: