Chiude l'Ufficio del Giudice di Pace di Alì Terme. Il Presidente dell'Unione Davide Paratore convoca la giunta per risolvere il problema

Chiude l'Ufficio del Giudice di Pace di Alì Terme. Il Presidente dell'Unione Davide Paratore convoca la giunta per risolvere il problema

Alì Terme – Chiude l’ufficio del Giudice di Pace di Alì Terme. Ed è una vergogna per i politi ed i sindaci del comprensorio. Una disfatta che mette ancora una volta in risalto come ogni amministrazione comunale cerchi solo di coltivare il proprio orticello Una disfatta che colpisce i sindaci di Alì Terme, Nizza, Alì, Fiumedinisi, Roccalumera, Pagliara, Mandanici, Furci Siculo, S.Teresa di Riva, Savoca, Casalvecchio Siculo, Antillo, Limina, Roccafiorita, Forza d’Agrò e S.Alessio Siculo.

Mercoledi prossimo secondo indiscrezione il Giudice di Pace di Alì Terme sarà trasferito e l’ufficio chiuso, per sempre. Un’altra piaga che si apre lungo il comprensorio jonico, spogliato di Uffici di un certo prestigio. Ma questa volta la colpa è dei sindaci del posto. Loro hanno voluto quest’altra sconfitta. A discapito, ovviamente, di quarantamila cittadini del comprensorio, che d’ora in avanti per risolvere i loro problemi giudiziari dovranno recarsi a Messina, con perdita di tempo e di denaro. Ma questo ai sindaci del posto interessa poco. 

Sull'argomento abbiamo ricevuto telefonate dagli amministratori comunali, tra cui quella del sindaco e presidente dell'Unione dei Comuni Davide Paratore, che ha convocato per domani la giunta per risolvere il deliacto problema. "Farò di tutto per non far chiudere l'Ufficio del Giudice di Pace di Alì Terme. Mi giocherò tutte le carte". Ci riuscirà? Speriamo di si.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice KB4 qui sotto:

Ultime Notizie

Dalla Sicilia