Gianluca Trimarchi sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico. A breve comincerà una riabilitazione di eccellenza

Gianluca Trimarchi sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico. A breve comincerà una riabilitazione di eccellenza

Quell’orma un po’ più avanti è il piccolissimo passo di Gianluca Trimarchi. Il giovane roccalumerese, ridotto in fin di vita quella tragica notte del 23 luglio scorso dopo un’aggressione senza alcun motivo, sta lottando con tutte le sue forze per tornare alla normalità. Non si è arreso e non si arrende.

Anzi. È lì. Combatte insieme alla sua famiglia, che lo sostiene e lo supporta, giorno dopo giorno per riuscire, finalmente, a lasciarsi alle spalle questo brutto momento.

Pochi giorni fa Gianluca ha subito un delicatissimo ed importantissimo intervento chirurgico alla testa. La famiglia ha deciso di trasferirlo per farlo operare all'ospedale Bellaria di Bologna, dove si trova tuttora ricoverato e dove ad aspettarlo c'era il professore Alfredo Conti, stimatissimo neurochirurgo messinese, che ha dato lustro per anni alla città dello stretto con il suo contributo e le sue competenze nel campo della neurochirurgia, in forza al Gaetano Martino fino a ottobre 2019.

Il giovane neurochirurgo, un’eccellenza nel suo campo, dopo aver salvato la vita del portiere Trimarchi tentando un intervento disperato alle prime luci dell'alba del 23 luglio scorso, durante il quale, durato oltre sei ore, è riuscito, insieme alla sua equipe, a salvare la vita del povero Gianluca, non smettendo mai di seguire sempre il lungo e travagliato iter sanitario.

Il ragazzo, dopo lunghi mesi di difficoltà e complicazioni, è stato operato per scelta della famiglia proprio da lui, presso la struttura sanitaria di spicco dove presta attualmente servizio, l'ircss Bellaria, istituto delle scienze neurologiche di Bologna.

"Gli saremo riconoscenti a vita". Questo il primo pensiero della famiglia rivolto al professor Conti che lo ringrazia anche per l'umanità e la grande professionalità dimostrata ancora una volta e, attraverso Gabriella Trimarchi, la sorella maggiore di Gianluca, fa sapere che quello appena compiuto è "un passo vissuto con grande serenità, dovuta innanzi tutto alla fiducia riposta nelle mani del grande professionista quale sia il professore Conti, uomo dalle doti umane incommensurabili". La famiglia ringrazia, inoltre, l'ircss neurolesi di Messina che ha preso in cura Gianluca ai primi di novembre dello scorso anno, fornendogli le cure adatte a consentirgli di poter affrontare finalmente il delicato intervento ed a intraprendere un percorso riabilitativo di qualità, dopo non poche difficoltà e diverse complicazioni, che ivi vedrà presumibilmente la sua conclusione.

"Un ringraziamento - conclude Gabriella Trimarchi - va poi a tutti coloro che in varie occasioni abbiamo incontrato nel nostro cammino e che hanno accudito Gianluca con l'affetto che si dedica ad un parente o ad un amico. Siamo consapevoli che la strada da percorrere sia ancora molto lunga, aggiunge la sorella, ma Gianluca è forte. Ha dimostrato di essere un vero combattente e noi, con lui, siamo ancora al primo tempo di una lunga partita ancora tutta da giocare".

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice Z1N qui sotto: