Furci Siculo, via Cesare Battisti un "fiume" di polemiche. Il nuovo progetto del sindaco Francilia

Furci Siculo, via Cesare Battisti un "fiume" di polemiche. Il nuovo progetto del sindaco Francilia

Furci Siculo – Non appena la fitta pioggia aggredisce Furci, la popolosa via Cesare Battisti si trasforma in torrente, tanto che l’acqua che scorre entra pure nella case, allagando appartamenti. Non solo, si infiltra pure nella condotta delle acque bianche e solleva le botole sulla strada, creando serio pericolo per la circolazione viaria. Tutte le passate amministrazione hanno attenzionato questo caso alle autorità regionali e nazionali, ma non è stato mai cavato un ragno dal buco.

Adesso l’amministrazione del sindaco Matteo Francilia è passata al contrattacco. ”Abbiamo chiesto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – ha dichiarato il primo cittadino - un finanziamento di centomila euro per progettare la realizzazione di un collettore per la regimentazione e raccolta delle acque bianche, a difesa dei cittadini di via Cesare Battisti, interessati da fenomeni di inondazione quando piove intensamente. Dobbiamo salvaguardare i cittadini che vivono lungo la via Cesare Battisti perchè ogni volta che piove si forma un torrente in piena”. In effetti la fitta pioggia crea una sorta di torrente che allaga pure parte della Statale 114 Messina Catania, la sottostante via Interdonato e si spinge fin sul lungomare. Sono anni che le famiglie della zona vivono nel terrore non appena si affaccia un nubifragio, adesso il sindaco Mateo Francilia vuole mettere la parola fine a questa criticità. Il primo passo è stato fatto. Si spera che la Presidenza del Consiglio dei Ministri provveda a finanziare il progetto.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 3QW qui sotto: