Calcio promozione. La Jonica espugna il comunale di Milazzo. Marchiafava e Saglimbeni i mattatori

Calcio promozione. La Jonica espugna il comunale di Milazzo. Marchiafava e Saglimbeni i mattatori

Milazzo – Saglimbeni decide il derby peloritano con il Milazzo, consentendo alla Jonica di rimanere in corsa per il posto d’onore.

Non è la prima volta che l’esterno sinistro giallorosso risulta decisivo. Dal primo minuto torna Alessio Savoca, mentre Scotti, malgrado l’assenza Ninkovinc, parte dalla panchina.

C’è da riscattare il deludente pareggio interno con il Motta, e soprattutto restare in scia del secondo posta, perché ormai l’Aci S. Antonio è lanciato per la vittoria finale. Contro la vice capolista, la squadra del tecnico Costantino, vince grazie alle reti dei giovani Marchiafava e Saglimbeni (subentrato proprio all’esterno sinistro). E’ un match in cui i tiri dagli undici metri sono ben tre (due per i mamertini), ma solo uno è trasformato. Ortiz e Rasà falliscono, a differenza Matinella (primo tempo). La Jonica si prende subito la scena e, al 4’, costringe l’arbitro a fischiare un calcio di rigore per fallo di mano, su un tentativo di liberare la propria area da parte di un difensore del Milazzo. Sul dischetto si porta Ortiz, ma il tiro viene neutralizzato da Taranto.

Il Milazzo non riesce ad imbastire azioni degne di nota e, al 13’, i giallorossi sfiorano il vantaggio: Ortiz imbeccato sotto porta da Alessio Savoca , manca la deviazione in rete. Al 16, il Milazzo pericoloso: Rasà manda alto sopra la traversa.

La Jonica, però, rimane sempre in partita e, al 21’, si porta in vantaggio: Cardia lancia Ortiz sulla destra che mette in mezzo per la testa di Marchiafava. Taranto è battuto. E’ l’1 – 0 per gli ospiti. Il Milazzo non demorde e, al 24’, conclude dalla distanza con Genovese, poi Pontet smanaccia su Aloe. Più tardi, lo stesso, si procura un penalty. Sul dischetto si presenta Matinella che non sbaglia e riporta il risultato in parità (1-1). Il primo tempo si conclude senza altri sussulti.

Nella ripresa la Jonica è sempre più determinata a portare a casa la vittoria. Al 62’, Taranto ferma Marchiafava. La gara è spigolosa. Matinella riceve il primo rosso (gomitata a Ortiz), poi lo seguono, nei minuti finali, Taranto e Puglisi. I santateresini fiutano la possibilità della vittoria e si catapultano in avanti con il nuovo entrato Saglimbeni che, all’83’; spedisce in rete con un pallonetto, da fuori area. Il finale è emozionante. Al 90’ c’è l’ingenuità di Puglisi, che poteva costare tanto alla Jonica. La sua irruenza è punita con un rosso. Sugli sviluppi della punizione Pontet è superbo su Rasà. Da distanza ravvicinata tira a botta sicura, ma l’estremo giallorosso è un baluardo. Sembra finita e invece il Milazzo conquista un altro penalty. Rasà, manda sulla traversa e la Jonica fa festa. Vittoria importante per i santateresini che gioiscono pure per il recupero del capitano Herasymenko, rientra nel corso della gara dopo un lungo infortunio. E’ il primo successo anche per Enrico Santoro, che sostituisce in panchina lo squalificato Costantino.

Milazzo: Taranto, Leo, Laquidara, Calcagno (Scibilia), Koulibalì (Di Bella), Matinella, Aloe (Sciliberto), La Spada (Bertuccio), Rasà, Genovese (Spellazay), Ferlazzo.

Jonica: Pontet, G. Savoca, Trovato (Herasymenko), Puglisi, Sanfilippo, Lucero, Gallardo, Cardia, Ortiz, Savoca A. (Scotti), Marchiafava (Saglimbeni).

Espulsi: Matinella (doppio giallo) Puglisi (J)

Marcatori: 21’ Marchiafava, 36’ Matinella (rig.), 83’ Saglimbeni

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 3LG qui sotto: