La chiesa di San Biagio presa nuovamente di mira. Scoperto un allaccio elettrico abusivo

La chiesa di San Biagio presa nuovamente di mira. Scoperto un allaccio elettrico abusivo

Scoperto un furto di energia elettrica nella chiesa patronale di San Biagio a Savoca, di proprietà della famiglia Aliberti. Ad accorgersi dell’allaccio abusivo Pinella Aliberti che, vedendosi recapitare una bolletta esosa con il luogo di culto chiuso, si è insospettita. Da qui la decisione di andare a verificare personalmente il consumo indicato sul contatore di nuova generazione e trasmettere al gestore fornitore di energia elettrica i dati corretti considerato che la piccola chiesetta apre solo nei giorni 2 e 3 febbraio per festeggiare San Biagio.

Giunta sul luogo la dott.ssa Aliberti nota subito la manomissione del contatore situato all’esterno del luogo di culto con lo sportello semi aperto e nella parte inferiore una presa allacciata abusivamente. La proprietà ha effettuato la denuncia del caso alla stazione dei carabinieri di Sant’Alessio Siculo, competenti per territorio. Non è la prima volta che la chiesa di San Biagio viene presa di mira da atti vandalici. Il 13 dicembre del 2011 fu rubato un quadro del settecento raffigurante S. Antonio, mentre l’11 novembre dell’anno successivo la chiesa subì un’altra profanazione dove furono razziate due statue in gesso raffiguranti S. Antonio e S. Rita, e alcune tovaglie ricamate dono di ex voto.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice A2T qui sotto: