"Anello del Nisi", intesa tra quattro comuni per valorizzare i percorsi naturalistici di Monte Scuderi

"Anello del Nisi", intesa tra quattro comuni per valorizzare i percorsi naturalistici di Monte Scuderi

Un protocollo d’intesa tra i comuni di Nizza, Alì, Alì Terme e Fiumedinisi per supportare il progetto di sentieristica denominato “Anello del Nisi”. L’iniziativa, sviluppata dall’associazione “Camminare i Peloritani” e supportata dall’Università degli Studi di Messina, mira a sviluppare attività coordinate per l’accoglienza dell’utenza interessata ai percorsi naturalistici che ruotano attorno all’area di Monte Scuderi e che toccano quindi il territorio dei quattro comuni. Su proposta del sindaco di Nizza, Piero Briguglio, nei giorni scorsi la Giunta ha approvato ha approvato lo schema di protocollo per realizzare il programma.

In questa fase progettuale non è previsto alcun impegno di spesa a carico del bilancio comunale. Il protocollo d’intesa, che si articola in quattro punti, avrà validità per 3 anni dalla data di sottoscrizione. Le parti si impegnano a garantire la massima diffusione dei contenuti dell’accordo e delle iniziative che da esso deriveranno, attraverso una capillare attività di sensibilizzazione dei cittadini. I Comuni dovranno indicare, con proprio appositi atti, gli uffici ed i soggetti incaricati dell’attuazione del protocollo. Di significativa importanza sarà la collaborazione con tutte le associazione del territorio, tra cui le Pro Loco di riferimento, che si impegneranno nella tutela del territorio e nello sviluppo sostenibile dello stesso, anche dal punto di vista dell’attività turistica coerentemente con i principi del rispetto della natura e delle biodiversità naturali. I Comuni di Nizza, Alì, Alì Terme e Fiumedinisi si impegnano inoltre a fornire all’utenza informazioni e servizi, individuando strutture e beni che possono essere oggetto di fruizione. Il progetto, oltre ai comuni sottoscrittori, l’Università e l’associazione “Camminare i Peloritani”, coinvolge anche le Pro Loco, Unpli Sicilia, Unpli Messina, il Cai sezione di Taormina, l’associazione “Armonie dello spirito” e la Pastorale Diocesana per il turismo, sport e tempo libero.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 3QL qui sotto: