Roccalumera, tanti debiti fuori bilancio, la minoranza boccia l'operato dell'amministrazione Argiroffi

Roccalumera, tanti debiti fuori bilancio, la minoranza boccia l'operato dell'amministrazione Argiroffi

 

 Roccalumera - I quattro consiglieri di minoranza hanno contestato l’operato della maggioranza per i tanti debiti fuori bilancio. Ecco la lunga a nota a firma di Rita Corrini, Cremente, Scarci e Maggio:

“La Corte dei Conti boccia l’operato dell’amministrazione Argiroffi circa la procedura di riconoscimento dei debiti fuori bilancio per verbali somma urgenza.

Nel consiglio del 5 settembre 2019, infatti, si è portato in discussione anche il “Riconoscimento spese lavori di somma urgenza verbale anno 2019- annullamento in autotutela e contestuale riadozione”. La maggioranza, dopo aver posto un quesito alla Corte dei conti sull’iter procedurale,ha dovuto ammettere di aver sbagliato la procedura ed ha annullato in autotutela le deliberazioni consiliari già adottate solo con il riconoscimento della spesa senza trattarle come debito fuori bilancio: dopo aver acquisito il parere del Revisore dei conti ha proceduto pure con la riadozione.

Eppure, i consiglieri minoranza avevano avanzato già da diversi anni delle precise richieste in merito all’adeguata pubblicità e procedura di regolarizzazione dei verbali di somma urgenza nel rispetto della normativa vigente: l’Amministrazione Argiroffi non ha voluto attenzionare quanto rappresentato ed ha inteso procedere diversamente, (sbagliando) fin quando la Corte dei conti non ha dato ragione alle tesi della minoranza!!!

I consiglieri di minoranza si ritengono soddisfatti perché la loro azione politica portata avanti in questi anni ha permesso all’amministrazione – anche se con fatica, con ritardo e, purtroppo, solo in alcuni casi - ad intraprendere la retta via … … … ma ancorala strada è lunga, in quanto l’iter seguito dagli amministratori per il riconoscimento di debiti fuori bilancio relativi a numerosi verbali di somma urgenza non riesce a rispettare la normativa.

INCAPACITÀ AMMINISTRATIVA O VOLONTÀ POLITICA???Ancora, infatti, non si dà adeguata e tempestiva pubblicità anche se i tempi imposti dalla normativa sono molto chiari!!!

La minoranza ha fatto notare che il Comune troppe volte ha fatto ricorso a lavori di somma urgenza e che la norma intende evitare il ricorso a tali procedure, così come ribadito dalla Corte dei Conti. La procedura dei verbali di somma urgenza (così come pure per le ordinanze sindacali!) è contemplata solo per alcuni casi e cause e, sicuramente, non per sopperire ad evidenti carenze programmatiche o perché non ci sono sufficienti risorse finanziarie nei relativi capitoli di spesa!

Al contrario di altri che, invece di confrontarsi sugli argomenti in consiglio comunale, comunicano affidandosi a “suggeritori” esterni, sminuendo se stessi e la loro già effimera azione e presenza politica, la minoranza esercita - con responsabilità, costanza e presenza accanto ai cittadini – il proprio ruolo che impone di vigilare sull’operato e sull’azione politica dell’amministrazione e non di certo ad attaccare gratuitamente la controparte politica.

Ai consiglieri di minoranza interessano i problemi seri e concreti della nostra comunità ed evitano di farsi trascinare in inutili e sterili polemiche fine a se stessi: per noi vengono prima i cittadini”! (nella foto Rita Corrini) 

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 1TS qui sotto: