Minacciati la moglie (che voleva divorziare) e l'avvocato (di Roccalumera). Arrestato 45enne di Nizza di Sicilia

Minacciati la moglie (che voleva divorziare) e l'avvocato (di Roccalumera). Arrestato 45enne di Nizza di Sicilia

Nizza di Sicilia – Un uomo di  Nizza di Sicilia si trova alla agli arresti domiciliari per stalking.  Si tratta di F.C. di 45 anni che ha minacciato e maltratto la moglie che aveva deciso di separarsi.

L’uomo non ha accettato la decisone della moglie di volersi separare, decisione dovuta in conseguenza proprio dei reiterati maltrattamenti subiti negli anni e del carattere irascibile e violento del marito; in conseguenza di ciò, oltre alle liti  violente in casa, ha iniziato a seguire e pedinare la donna, anche nelle ore notturne, presentandosi addirittura più volte sul posto di lavoro, umiliandola con continue scenate e minacciandola di rovinarla se lo avesse denunciato.

Nei giorni scorsi C.F.  aveva anche seguito la moglie mentre si recava presso lo studio del suo avvocato, in Roccalumera, proprio per formalizzare la domanda di separazione; ma nel momento in cui stava per aprire il portone per accedere nello studio legale, l’uomo con violenza è entrato nello studio della professionista e a minacciare ed insultare sia la moglie , sia l’avvocato, una professionista che si occupa di violenza sulle donne e presidente del Centro Antiviolenza “Al Tuo Fianco”.

L’avvocato ha dovuto, a fatica, costringere l’uomo ad andare via dallo studio, provando a chiamare i carabinieri della locale Stazione di Roccalumera, ed informandoli di aver subito aggressione verbale, con violazione del proprio domicilio.

Come se non bastasse, la donna, uscita dallo studio per recatasi presso la propria autovettura, parcheggiata sulla vicina piazza Mazzullo ha trovato nuovamente il marito, parcheggiato con il motorino che l’aspettava. Fortunatamente la donna era stata accompagnata dal suo avvocato, proprio per il timore che gli appostamenti del marito potessero continuare. L’avvocato, viste le continue gravi minacce reiterate dal marito, rivolte nei confronti di entrambe le donne, che “sarebbe finita male  e che l’avrebbero entrambe pagata cara”, ha richiesto nuovamente l’intervento dei carabinieri. Su richiesta dell’avvocato, la moglie si è fermata sempre nella via Nazionale ed aspettare l’arrivo dei carabinieri. L’uomo, anche in presenza dei militari, nel frattempo intervenuti sul posto, e di numerosi passanti, ha continuato ad insultare e a minacciare le due donne, la moglie ed il suo avvocato, con gravi e pesanti espressioni. Allora la moglie si è recata immediatamente in caserma, sempre accompagnata dal suo avvocato, per denunciare sia i reiterati maltrattamenti subiti nel tempo, sia quanto avvenuto nella imminenza dei fatti.Il giorno dopo l'uomo di Nizza dfi Sicilia grazie ad un tempestivo intervento dei carabinieri di S. Teresa di Riva, è stato tratto in arresto e dopo la decisione del Gip trasferito agli arresti domiciliari.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 9QP qui sotto: