Taormina, un bambino svedese salvato con un complesso intervento chirurgico dopo aver ingerito una pila.

Taormina, un bambino svedese salvato con un complesso intervento chirurgico dopo aver ingerito una pila.

Taormina – Un bambino svedese di 13 mesi, in vacanza con la famiglia nella Perla dello Jonio, stava per morire dopo aver ingerito una pila. E’ stato il pronto intervento dei medici del Centro di Cardiochirurgia Pediatrica di Taormina a salvargli la vita. Il bimbo dopo uno stato di malessere ha cominciato a vomitare sangue, ha dichiarato il genitore, e così lo abbiamo portato al pronto soccorso.

I medici del nosocomio taorminese, dopo una tac torace-addome dove si evidenziava una batteria nell’intestino hanno optato per l’ intervento chirurgico. Determinante è stato un complicato intervento di chirurgia riparativa dell’aorta toracica, eseguito dal primario Sasha Agati, dove la batteria aveva creato una importante lesione. Ancora una volta quindi il S. Vincenzo di Taormina si distingue per competenza e professionalità.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice ZB9 qui sotto: