Gomme auto, Michelin disegna il futuro della mobilità

Gomme auto, Michelin disegna il futuro della mobilità

Gomme auto, Michelin disegna il futuro della mobilità

Nonostante un mercato definito “difficile”, Michelin continua a ottenere buoni riscontri in termini di vendite di pneumatici a livello globale: nell’ultima nota economica, rilasciata nelle scorse settimane, la compagnia francese ha fatto registrare un incremento dell’11 per cento a tassi di cambio reali.

Buoni risultati per le vendite di Michelin. Nonostante un mercato di pneumatici per auto che mostra risultati contrastanti, dunque, la Casa di Bibendum continua a proporre soluzioni interessanti per i guidatori, e la pagina su Euroimport Pneumatici dedicataall’acquisto degli ultimi modelli di gomme Michelin ci offre conferma in tal senso.

Il pneumatico del futuro. Ma l’azienda francese sta anche progettando il futuro della mobilità e promette di rivoluzionare i concetti a cui siamo abituati, lavorando allo sviluppo di uno pneumatico decisamente innovativo e tecnologico. Si chiama Uptis, acronimo di Unique Puncture Proof Tire System, ed è frutto di anni di ricerca, necessari per dar vita a un prodotto che sembra uscito da un film di fantascienza.

Le caratteristiche di Uptis. La gomma Michelin Uptis è infatti costruito senza camere d’aria, con materie prime completamente riciclabili, ma soprattutto è studiato per non bucarsi mai e per consentire agli automobilisti di risparmiare sulla manutenzione. Come spiegano dall’azienda, sono quattro i principi che hanno guidato la creazione del primo prototipo di gomma senz’aria ed ecofriendly, ovvero le parole d’ordine: “Airless”, “Connected”, “3D Printable” e “100% Sustainable”, che fanno riferimento appunto alle caratteristiche principali del modello.

Gomme senza aria ed ecofriendly. A fornire qualche dettaglio aggiuntivo è Eric Philippe Vinesse, responsabile ricerca e sviluppo del Gruppo Michelin, che racconta i passi che hanno portato alla creazione di Uptis, che “rappresenta una importante evoluzione del concetto Twill, la copertura autoportante già in commercio per piccole macchine agricole e carrelli elevatori, e unisce i concetti espressi con Vision, e cioè la mobilità garantita al 100%” che non ha superficie esposta alle forature e punta alla “riduzione della pressione, senza trascurare un aspetto decisivo come il sensibile risparmio della materia prima“.

Risparmio per l’ambiente. Per creare questo pneumatici sono stati infatti usati soltanto materiali interamente rinnovabili o biodegradabili, ma la sua attenzione all’ambiente si dimostra anche in un altro fattore decisivo. Secondo studi della Casa costruttrice, ogni anno al mondo si devono smaltire prematuramente circa 200 milioni di pneumatici a causa di forature, danneggiamenti causati da cattive condizioni del manto stradale o usura irregolare per mancati controlli sulla pressione.

Vantaggi green per l’ambiente. Oltre al risparmio ambientale che deriva dall’uso ridotto di materie prime eco friendly per produrre Uptis, dunque, Michelin è convinta che la società a livello globale potrà beneficiare anche di altri vantaggi green, come la riduzione dell’impatto creato dalla mole di pneumatici da sostituire o per la produzione delle “vecchie” ruote di scorta, che non avranno più ragion d’essere.

In commercio entro il 2024. Per vedere da vicino e acquistare questa speciale gomma antiforatura bisogna comunque pazientare ancora a lungo: secondo quanto annunciato, gli pneumatici Michelin Uptis entreranno in commercio nel 2024 e solo al termine di una necessaria fase di test, che attualmente sta interessando modelli come la Chevrolet Bolt EV.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 1OJ qui sotto: