Fiumedinisi, un paese in festa. Approda in prima categoria | INTERVISTE

Fiumedinisi, un paese in festa. Approda in prima categoria | INTERVISTE

Fiumedinisi, un paese in festa. Approda in prima categoria | INTERVISTE

Il Fiumedinisi scrive il suo più bel capitolo di storia calcistica. Il cinque maggio 2019 resterà una data indelebile per il piccolo paese della Valle del Nisi. Il pareggio a rete inviolate (dopo i tempi supplementari) consente a Crementi e compagni di aprire le porte della prima categoria.

Accedono meritatamente. E lo fanno dopo aver concluso la regolar season al primo posto in coabitazione con il Real Sud Nino Di Blasi e perso lo spareggio, sul neutro di Calatabiano, con i peloritani. Contro lo Stefano Catania è la gara dove i ragazzi di Matteo Frazzica riscattano pure la sconfitta subita nella finale di Coppa Trinacria. E’ un giorno emozionante anche per il tecnico, conquista la prima promozione da allenatore. In campionato le due squadre si erano equivalse all’andata si impose il Fiumedinisi con il sigillo di Caminiti, poi, a Mazzarrà Sant’Andrea, c’è il guizzo di Genovese a regalare la vittoria ai tirrenici. “Il Luigi Papandrea” è uno stadio porta fortuna per le squadre joniche ad eccezione dei furcesi. Dopo il Casalvecchio c’è gioia pure per il Fiumedinsi. Risultati identici (0 – 0) anche dopo i tempi supplementari. E’ allegria al triplice fischio non solo in campo, ma anche sugli spalti, soprattutto per il presidente Caminiti. A rendere onore, a quest’impresa del Fiumedinisi, anche il primo cittadino Giovanni De Luca, segue la gara a bordo campo e poi festeggia con tutti i giocatori negli spogliatoi. La carovana dei tifosi si sposta nella piazza centrale di Fiumedinisi per brindare insieme alla società e tutta la cittadinanza.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 5CU qui sotto: