r S.Teresa di Riva - I pericoli del web, incontro al classico Trimarchi, Cronaca | Gazzetta Jonica - Web Magazine
S.Teresa di Riva - I pericoli del web, incontro al classico Trimarchi

S.Teresa di Riva - I pericoli del web, incontro al classico Trimarchi

S.Teresa di Riva - I pericoli del web, incontro al classico Trimarchi

SANTA TERESA DI RIVA – Le seduzioni del’uso incontrollato del web, su qyuesto tempa gli studenti dell’Istituto Superiore “Caminiti – Trimarchi” di Santa Teresa di Riva, sezione classico,  hanno discusso con la  psicologa Maria Rita Parsi, autrice del testo “Generazione H”. Nel web molti ragazzi e adulti si stanno smarrendo senza possibilità di salvezza. La Parsi con professionalità e profondo senso di umanità ha fornito alla folta platea tante risposte utili e portato numerosi esempi di adolescenti che lei segue nel suo lavoro di psicoterapeuta, perché dipendenti patologicamente dallo smartphone o dal pc, perennemente connessi tra loro e con il mondo, ma spesso sconnessi dalla realtà. Si tratta della "Generazione H", la generazione di ragazzi esposti sin dalla più tenera età alla dipendenza da internet e nei casi peggiori colpiti dalla sindrome di Hikikomori, quel fenomeno nato in Giappone che riguarda coloro che si chiudono nella loro stanza e vivono solo in rete, senza lavorare, né studiare, completamente staccati dai genitori, dagli amici, dalla realtà. Un incontro senz’altro utile e toccante su una generazione che deve essere seguita meglio dalle famiglie e dagli educatori anche se l’effetto pericoloso di eccessiva pervasività delle tecnologie nella vita quotidiana potrà essere ridimensionato solo e soltanto da chi lo vuole soggettivamente, perché, ha sottolineato più volte la Parsi, solo la volontà personale, l’amore per la cultura e per il proprio benessere, sono in grado di porvi un freno. E’ pur vero, però, che tutti insieme dobbiamo vigilare affinché i limiti non vengano superati e per vivere la rivoluzione tecnologica del nostro tempo con la corretta maturità, in modo consapevole e senza gravi ed irrimediabili conseguenze.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice QN7 qui sotto: