“La Tiroide e suo impatto sociale”, convegno del Lions Club S.Teresa di Riva | FOTO

“La Tiroide e suo impatto sociale”, convegno del Lions Club S.Teresa di Riva | FOTO

“La Tiroide e suo impatto sociale”, convegno del Lions Club S.Teresa di Riva | FOTO

Si è svolto sabato 16 febbraio presso il Centro Diurno di Furci Siculo il Convegno organizzato dal Lions Club S.Teresa di Riva “La Tiroide e suo impatto sociale”. Sono intervenuti il Presidente Lions Club S.Teresa di Riva avv. Lalla Parisi; il Presidente di zona dott.

Leonardo Racco ; il Sindaco di Furci Siculo Matteo Francilia. Il Presidente Lalla Parisi dopo i saluti di rito ha aperto i lavori esprimendo grande compiacimento per la presenza degli illustri relatori presenti, il Prof. Cannavò, il dr. Turiano e il d. Massimo Rizzo, per aver dato la loro adesione a trattare una patologia così complessa e diffusa quale è quella della tiroide.

L’avv. Parisi ha altresi espresso un grazie particolare al sindaco di Furci per la sua presenza ai lavori e per avere concesso i locali del Centro Diurno, segno di una sempre maggiore collaborazione e sinergia fra le Amministrazioni locali e il Lions Club.. Il Presidente Racco ha evidenziato come i Lions siano da sempre attenti alle tematiche della prevenzione, cogliendo gli stimoli che vengono dal territorio.

Relatore di prestigio il prof. Salvo Cannavò, ordinario di Endocrinologia dell’Università degli Studi di Messina, Direttore dell’Unità Operativa Complessa (UOC) di Endocrinologia dell’Az. Ospedaliera Universitaria (AOU) di Messina, che ha parlato del percorso specialistico e diagnostico per il nodulo tiroideo., sottolineando la necessità di razionalizzare le indagini per il suo accertamento e soprattutto di evitare quelle inutili, anche ai fini del contenimento della spesa sanitaria.

Secondo relatore è stato il dr. Giuseppe Turiano, Specialista Endocrinologo presso l’UO di Medicina Interna dell’Ospedale Regionale Papardo di Messina, che ha evidenziato nella sua relazione il reale incremento dei tumori della tiroide. Per fortuna si tratta quasi sempre di tumori papillari e quindi a buonissima prognosi.

Infine il dr. Massimo Rizzo, Biologo Citologo, ha illustrato ai numerosi partecipanti la diagnostica citologica per agoaspirato del nodulo tiroideo, sottolineando la fondamentale e insostituibile importanza di questo esame effettuato per mezzo di un ago sottile, generalmente sotto guida ecografica.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice GY9 qui sotto: