S.Teresa di Riva, Scarcella e Crisafulli nominati responsabili abbattimento barriere sul Lungomare

S.Teresa di Riva, Scarcella e Crisafulli nominati responsabili abbattimento barriere sul Lungomare

S.Teresa di Riva, Scarcella e Crisafulli nominati responsabili abbattimento barriere sul Lungomare

SANTA TERESA DI RIVA – Il direttore dell’Area Pianificazione e Gestione del Territorio, Franco Pagano, ha nominato i due responsabili tecnici dei lavori di messa in sicurezza e abbattimento delle barriere architettoniche del Lungomare. Si tratta del dott. Francesco Scarcella, responsabile  del Servizio Manutenzione del Comune, quale responsabile unico del procedimento, e dell’ing.

Onofrio Crisafulli. Responsabile del servizio manutenzioni e progettazioni, della Direzione dei lavori.

Il Comune di Santa Teresa di Riva risulta assegnatario di un contributo da parte del  Dipartimento per gli affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno, finalizzato alla realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di strade, edifici pubblici e patrimonio comunale, per un importo complessivo pari a  70.000 euro. Su indicazione dell’Amministrazione Comunale, l’Ufficio Tecnico  ha predisposto un progetto esecutivo finalizzato alla messa in sicurezza della percorribilità e pedonabilità dei marciapiedi del lungomare con abbattimento delle barriere architettoniche.

Il progetto prevede l’abbattimento delle barriere architettoniche esistenti sui marciapiedi del Lungomare in vicinanza dei passaggi pedonali, degli incroci con le altre viene e in prossimità delle piazze. A questo modo i marciapiedi saranno a misura d’uomo e a misura di disabili favorendo il passaggio anche di donne con carrozzine.

“Miglioreremo la sicurezza del nostro lungomare – ha detto il sindaco Lo Giudice discutendo il progetto con i componenti della giunta ed i consiglieri di maggioranza -  e ovviamente lo renderemo più vivibile alle famiglie cosi come anche ai disabili”.

Il restyling del Lungomare dovrebbe essere pronto per l’estate, aggiungendo un tocco in più alla strada marina. Sempre che assieme all’abbattimento delle barriere si pensi alla sistemazione di quei tratti un tantino dissestati, quella porzione di marciapiede, cioò, che presentano avvallamenti e mattonelle divelte. Ma siamo sicuri che l’occasione sarà propizia.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 8OF qui sotto: