Santa Teresa di Riva, nuove opportunità di lavoro. Sarà messa a bando l'installazione di sette chioschi

Santa Teresa di Riva, nuove opportunità di lavoro. Sarà messa a bando l'installazione di sette chioschi

Santa Teresa di Riva, nuove opportunità di lavoro. Sarà messa a bando l'installazione di sette chioschi

Santa Teresa di Riva – Nuove opportunità di lavoro messe in campo dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Danilo Lo Giudice. Stamattina è stato preparato il bando pubblico per l’assegnazione in concessione di aree comunali per l’installazione di chioschi per attività commerciali.

Sono state localizzate sette aree dove poter installare i manufatti: Piazza V Reggimento Aosta, Piazza Marina Militare Italiana, Scuola Media Statale Lionello Petri (solo parte esterna), Piazza Madonna del Carmelo, Area a verde Polo Val d’Agrò, Piazza San Vito e Piazza Cimitero nella frazione Misserio.

Le domande pervenute verranno esaminate e nel caso in cui pervenissero più di una istanza per ogni localizzazione si procederà secondo i criteri previsti dal regolamento approvato dal consiglio comunale.

Verrà data priorità ai residenti nel comune santateresino sia per le persone fisiche che per le associazioni o similari residenti da almeno cinque anni, così come anche verranno maggiormente considerati coloro i quali sono disoccupati o comunque non svolgono alcuna attività al momento di presentazione della domanda.

I chioschi dovranno avere una superficie complessiva massima di mq. 20; avere al proprio interno i volumi tecnici e gli elementi accessori relativi agli impianti previsti, con particolare riferimento a quello di riscaldamento e/o condizionamento, onde evitare modifiche o aggiunte alteranti le caratteristiche formali del chiosco che non saranno ammissibili. Per quanto riguarda l’altezza non deve superare i 4 metri, misurata dal piano di calpestio ed il colmo della copertura. L’altezza interna netta è di 2,70 metri. La copertura della falda non superiore ai 35°. Infine non potranno essere assentiti elementi mobili e/o aggiuntivi non facenti parte integrante dei corpi strutturali del chiosco ancorché sporgenti da questi anche solo temporaneamente (ante, incernierate, superfici espositivi o volumi tecnici scorrevoli e d estraibili, strutture accessorie per pubblicità, etc.).

“Sono molto soddisfatto - commenta il sindaco Lo Giudice - è importante mettere in campo tutte quelle azioni volte a creare opportunità di lavoro per tutti i cittadini soprattutto per i giovani, favorendo l’occupazione in un periodo di grande crisi come quello che si sta attravarsando in questo momento. I chioschi rappresentano anche un’ulteriore rilancio per l’attività imprenditoriale santateresina e consentono di aumentare l’offerta a quanti tra vacanzieri e turistici vorranno scegliere il nostro paese come meta per il proprio relax”.

Nella foto la riunione operativa di oggi.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice GB5 qui sotto: