Nizza di Sicilia, 53 contrattisti aspettano di essere stabilizzati. Interrogazione della minoranza

Nizza di Sicilia, 53 contrattisti aspettano di essere stabilizzati. Interrogazione della minoranza

Nizza di Sicilia, 53 contrattisti aspettano di essere stabilizzati. Interrogazione della minoranza

 

 

 

Nizza di Sicilia – Negli uffici del Municipio lavorano impiegati comunali effettivi più 53 precari. Che son tanti per la verità. In diversi Comuni gli articolisti ed i contrattisti sono stati stabilizzati, per cui i consiglieri di minoranza, Giovanni Vega, Carlo Gregorio e Nella Foscolo hanno rivolto una interrogazione al sindaco per sapere con quali modalità l’amministrazione ha proceduto ed intende procedere, per la stabilizzazione dei 53 precari?

Ecco l’interrogazione: “PREMESSO che nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n.21 dell’11 maggio 2018 è stata pubblicata la legge regionale 8 maggio 2018 n.8 contenente “DISPOSIZIONI PROGRAMMATICHE E CORRETTIVE PER L’ANNO 2018.

LEGGE DI STABILITA’ REGIONALE

STANTE

L’ART. 26 della predetta legge, che contiene “NORME SULLA STABILIZZAZIONE DEI PRECARI DELLE AUTONOMIE LOCALI”

VISTI

IL COMMA 2 che prolunga il termine di scadenza per l’applicazione della sanzione di riduzione delle assegnazioni ordinarie, della Regione agli Enti Locali, per il mancato avvio delle procedure di stabilizzazione e che “LA MANCATA, INGIUSTIFICATA CONCLUSIONE, DA PARTE DEI COMUNI, ENTRO IL TERMINE DEL 31 DICEMBRE 2020, DEI PROCESSI DI STABILIZZAZIONE, COMPORTERA’, A DECORRERE DAL 2021 LA RIDUZIONE DELLE ASSEGNAZIONI ORDINARIE DELLA REGIONE IN FAVORE DI CIASCUN COMUNE, IN MISURA PARI ALLA SPESA SOSTENUTA DALL’ENTE PER CIASCUN SOGGETTO NON STABILIZZATO”

IL COMMA 6 il quale AUTORIZZA gli enti locali siciliani AD AVVIARE, ENTRO IL 31 DICEMBRE 2018, le procedure di stabilizzazione dei soggetti che prestano servizio presso lo stesso ente, utilizzando le risorse regionali richiamate nel predetto articolo

LA DELIBERA DI GIUNTA n. 255 del 28/12/2018

AVENDO APPRESO, da una comunicazione, pubblicata su facebook, dal sindaco, pro tempore, Piero Briguglio: “Oggi 28 dicembre 2018 la Giunta Municipale di Nizza di Sicilia ha stabilizzato il personale precario, 53 unità. Missione compiuta

RITENUTO che la stabilizzazione non sia frutto di un unico atto, con effetto immediato, ma si concretizzi, a seguito di un processo burocratico, molto impegnativo, con la firma dei contratti a tempo indeterminato,

i sottoscritti componenti del Gruppo consiliare di opposizione, “RinnoviAmo Nizza”, ai sensi e per gli effetti dell’art. 43 del TUEL,

CHIEDONO

1. Cosa intendesse il sindaco con la frase pubblicata su facebook: “Oggi 28 dicembre 2018 la Giunta Municipale di Nizza di Sicilia ha stabilizzato il personale precario, 53 unita'. Missione compiuta”

2. Perché l’amministrazione ha scelto di non avviare le procedure di stabilizzazione in precedenza, ma ha preferito aspettare il 28 dicembre, vigilia della scadenza per avviare le procedure di stabilizzazione dei 53 precari?

3. Come l’amministrazione intende procedere con gli ASU?

4. Quale iniziative sono state poste in essere, a seguito dell’avvio della procedura di stabilizzazione e con quali modalità l’amministrazione ha proceduto ed intende procedere, per la stabilizzazione dei 53precari?

5. Quali tempi vengono stimati dall’amministrazione, affinché si possano perfezionare i contratti a tempo indeterminato, per i 53 precari?

6. Quale documentazione è stata prodotta, oltre la delibera di Giunta 255 del 28/12/2018, relativamente alla procedura di stabilizzazione dei 53 precari?

7. Sono stati stabiliti i criteri, per la formazione della graduatoria, propedeutica alla stabilizzazione dei 53 precari?

8. Come ed attraverso quali procedure l’amministrazione ha formulato o intende formulare i criteri, per la formazione della graduatoria, propedeutica alla stabilizzazione dei 53 precari?

9. Che l’argomento venga inserito all’o.d.g. del prossimo Consiglio Comunale, per la discussione ed ogni eventuale chiarimento, precisazione e proposta, previo invio agli scriventi, di esaustiva risposta scritta, in tempo utile.

10. Una risposta evasiva e comunque non sufficiente a soddisfare i quesiti, sarà considerata una mancata risposta”.

Giovanni Vega Nella Foscolo Carlo Gregorio (nella foto) 

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 0OE qui sotto: