Messina. Sangue freddo dei soccorritori del 118. Impantanati nel fango raggiungono il ferito con una moto Ape

Messina. Sangue freddo dei soccorritori del 118. Impantanati nel fango raggiungono il ferito con una moto Ape

Messina. Sangue freddo dei soccorritori del 118. Impantanati nel fango raggiungono il ferito con una moto Ape

Disavventura per un 59enne messinese intento a potare alcuni alberi all’interno del proprio appezzamento di terreno, ubicato nelle campagne di Pezzolo, in contrada Ambre a Messina. L’uomo, scivolato da un muretto a pietra nella terrazza sottostante, è riuscito ad allertare i sanitari del 118. L’ambulanza per giungere nel podere è rimasta impantanata nel fango. L’equipaggio dei sanitari formato dall’autista soccorritore Giannetto Piero, soccorritrice Gullifa Domenica e il medico Micali Biagio non si sono persi d’animo e a bordo di una moto ape hanno raggiunto il contadino.

Immobilizzato il paziente a causa di fratture multiple per trasportarlo al Policlinico messinese si è reso necessario l’intervento dell’elisoccorso che inizialmente era atterrato nel campo sportivo della scuola agraria di San Placido, a circa 10 km di distanza. Poi il sangue freddo del soccorritore Piero Giannetto ha guidato i soccorritori dell’elicottero ad atterrare a qualche centinaio di metri dal luogo dell’incidente.

I sanitari, sempre a bordo della motoape, hanno raggiunto l’elicottero e trasportato il ferito al nosocomio messinese per le cure del caso. Sul luogo sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco di Messina.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice M4Q qui sotto: