Centro Cardiologico Pediatrico Taormina: le famiglie dei bambini vogliono incontrare il nuovo dg Asp

Centro Cardiologico Pediatrico Taormina: le famiglie dei bambini vogliono incontrare il nuovo dg Asp

Centro Cardiologico Pediatrico Taormina: le famiglie dei bambini vogliono incontrare il nuovo dg Asp

Il Comitato famiglie dei bambini in cura al Ccpm Taormina vuole certezze in tempi stretti sul futuro del Centro di Cardiochirurgia pediatrica di contrada Sirina. I genitori dei piccoli pazienti del centro diretto dal Bambino Gesù di Roma intendono, infatti, incontrare già nei prossimi giorni il neodirettore generale dell'Asp Messina, Paolo La Paglia. "In settimana chiederemo di poter avere un colloquio con il dott.

La Paglia - afferma la portavoce Caterina Rizzo - e che magari lui stesso possa visitare con noi il Ccpm per affrontare insieme la problematica della necessità di dare continuità a questa struttura, andando a prolungare e stabilizzare il rapporto in essere tra la Regione e il Bambino Gesù. In tal senso l'Asp Messina siamo convinti possa continuare a svolgere un ruolo fondamentale di trait d'union tra le parti affinchè si arrivi al più presto ad una programmazione pluriennale delle attività".

La convenzione in essere tra le parti scadrà nell'estate del nuovo anno. L'intesa era infatti in scadenza nel luglio 2018 e venne poi prolungata di ulteriori dodici mesi. La volontà del Ccm è quella di rimanere in Sicilia, a Taormina, e c'è ottimismo sulla prosecuzione del rapporto tra l'ospedale pediatrico romano e la Regione ma le famiglie dei bambini ricoverati ed in cura al Ccpm chiedono che si arrivi ad una svolta in tempi stretti e ad un rinnovo pluriennale.

"Riteniamo fondamentale che si vada oltre le proroghe annuali e che non si arrivi ad una situazione di incertezza alla scadenza della convenzione come già avvenuto in passato - continua Rizzo -. Ciò anche perché, a quanto risulta a noi, vi è la volontà delle parti di andare avanti in questo accordo che ha consentito alla Sicilia di avere un centro di riferimento specialistico, all'avanguardia, nella cura dei bambini afflitti da cardiopatie ma il Ccpm è anche fondamentale per i guch, in favore dei quali è stato attivato un ambulatorio. Inoltre l'equipe medica della Cardiochirurgia di Taormina svolge missioni internazionali, come quella già effettuata di recente in Tanzania e come quella che a fine gennaio verrà svolta in India. La presidente del Bambino Gesù, dott.ssa Mariella Enoc, è stata in visita al Ccpm lo scorso mese di novembre, dando ancora una volta prova della sua attenzione per questa struttura. Chiediamo, pertanto, certezze immediate, nella convinzione che si debba essere tutti d'accordo su una rete sanitaria che preveda due centri specialistici nell'isola. Ciò facendo proseguire l'attività del Ccpm a Taormina, come centro di riferimento per la Sicilia Orientale, mentre per la Sicilia Occidentale è previsto un centro a Palermo".

Le famiglie chiederanno anche a che punto sia l'iter che dovrebbe portare alla firma di un'altra convenzione, quella tra le Regioni Sicilia e la Regione Calabria, per consolidare il ruolo del Ccpm nell'are dello Stretto.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 0AM qui sotto: