25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Manifestazioni a Taormina, Alì Terme e S.Teresa (con il Caffè d'Arte)

25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Manifestazioni a Taormina, Alì Terme e S.Teresa (con il Caffè d'Arte)

25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Manifestazioni a Taormina, Alì Terme e S.Teresa (con il Caffè d'Arte)

Taormina - In occasione del 25 novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, la Città di Taormina promuove la mostra dell'artista polacca Wioletta Agnieszka Meler dal titolo "Non vittime ma combattenti", evento fortemente voluto dalla Presidenza del Consiglio Comunale, sovrintesa da Lucia Gaberscek. La mostra verrà allestita nell'aula consiliare di Palazzo dei Giurati e durerà da lunedì 19 a lunedì 26 novembre 2018. Le opere di Wioletta Meler, artista da sempre attenta e sensibile al sentire femminile, rappresentano il dolore della donna troppo spesso vittima di ingiustizie, una donna che ha, però, la forza di rialzarsi, combattere e rinascere.

La Meler usa una tecnica mista, utilizzando materiali quotidiani come, per esempio, i “trucchi “(le sue ormai famose donne dipinte Dior). La pittrice dichiara, infatti, “con i miei lavori vorrei rappresentare la forza delle donne, dando loro coraggio, affinché non perdano la speranza, affinché imparino a trasformare ogni sofferenza, ogni dolore in qualcosa di positivo, perché sono convinta che si può trasformare l’urlo muto in poesia.” Impegnata in prima persona nell’organizzazione dell’evento, il presidente del Consiglio Lucia Gaberscek dichiara: " I quadri di Wioletta toccano le corde dell'animo umano e siamo davvero felici di ospitarla nel Palazzo Municipale, per celebrare un evento direttamente promosso da questa Presidenza. Invitiamo, pertanto, tutta la cittadinanza a visitare la mostra. Il 25 novembre non rappresenta, tuttavia, solo un'occasione per celebrare la donna, non è solo una ricorrenza simbolica, va intesa come una giornata utile a cui vogliamo dare anche un significato concreto. Ecco perché la nostra iniziativa "Non vittime ma combattenti", coinvolge tutto il Consiglio Comunale e non solo la rappresentanza femminile in esso presente. Inoltre, poiché questo diffuso fenomeno della violenza di genere è un tema sociale grave, delicato e sommerso, di concerto con il Vice presidente del Consiglio Comunale Alessandra Caltabiano e con l'Assessore ai Servizi Sociali Francesca Gullotta, abbiamo pensato di discuterne il 23 p.v. con chi lo ha vissuto direttamente, come la signora Catena Giardina, e con chi giornalmente è nelle aule dei tribunali, per difendere le ragioni delle donne maltrattate, come l’avvocato Carmen Currò, presidente del CEDAV- Centro Donne Antiviolenza di Messina”. Obiettivo dell’evento è quello di spiegare che l’informazione e la sensibilizzazione al rispetto del mondo femminile è importante ma che soprattutto le donne non sono sole, in balia di partner violenti, perché esistono Leggi, servizi e strutture che possono sostenerle individualmente o con i figli minori. Bisogna, però, trovare il coraggio e la forza interiore di allontanarsi dalle situazioni di disagio e denunciare alle Autorità competenti e alle Istituzioni eventuali abusi, in altri termini le vittime devono avere coscienza di cosa si può fare oggi concretamente per risolvere i loro problemi.

--

Altre manifestazioni sono state organizzata dall’associazione al Tuo Fianco di cui è presidente l’avv. Concetta La Torre a S.Teresa di Riva ed Alì Terme.

-

S.Teresa di Riva - In   occasione   della   “Giornata   Internazionale   Contro   la   Violenza   sulle   Donne” l’Amministrazione Comunale di Santa Teresa di Riva, in collaborazione con il Caffè d’Arte “Il Paese di Fronte al Mare” e l’editore Armando Siciliano, organizza in data 23 novembre 2018, alle ore 17.30, presso il Palazzo della Cultura la presentazione del libro” Quando l’amore diventa follia” di Stefania Lo Piparo. Insieme alle colleghe consigliere, dichiara l’assessore alle pari opportunità Annalisa Miano,   quest’anno   abbiamo   scelto   di   riflettere   su   questo   delicato   argomento, raccontando la storia di una donna che, se da un lato ha vissuto profondi dispiaceri, dall’altro ha avuto la forza di superare le tante accuse subite dando voce alla verità. Invito   la   cittadinanza   a   partecipare       a   questa   iniziativa   che   ha   lo   scopo   di sensibilizzare le persone rispetto a questo triste fenomeno. È un modo per far sentire il supporto di tutti alle donne vittime di violenza che quotidianamente lottano insieme alle associazioni ed alle istituzioni per debellarla.

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice 0VO qui sotto: