Furci Siculo - Svuotato il greto del Fondacalasi, ma c'è paura per l'ingrossamento del torrente Savoca. Francilia si rivolge al Prefetto

Furci Siculo - Svuotato il greto del Fondacalasi, ma c'è paura per l'ingrossamento del torrente Savoca. Francilia si rivolge al Prefetto

Furci Siculo - Svuotato il greto del Fondacalasi, ma c'è paura per l'ingrossamento del torrente Savoca. Francilia si rivolge al Prefetto

FURCI SICULO - C’è molta attenzione per i torrenti che tagliano il paese dalla collina al mare. Anche perché ultimamente in tutta Italia lo straripamento dei torrenti ha causato morti e rovine ovunque. Furci vive con la paura del torrente Savoca, che quand’è in piena minaccia di scavalcare il muro di cinta nella zona della palestra coperta, quasi in direzione di via Simone Neri, dove da anni sono state realizzate della case sotto la strada provinciale che collega la Statale 114 con la frazione di Calcare.

Ieri il sindaco ha fatto pulire il greto del torrente Fondacalasi, che a seguito del nubifragio dei scorsi giorni si era particolarmente ingrossato. Bulldozer e operai al lavoro per tutta la giornata, al fine di scongiurare eventuali pericoli per la cittadinanza. Ma sul Savoca il Comune non può intervenire. Ed è proprio da lì che potrebbero arrivare rovine e disagi per il paese. Perché durante la piena dei mesi scorsi è stato accertato che le acque scorrono a meno di sessanta centimetri dal muretto di cinta e che potrebbero facilmente straripare in presenza di un forte nubifragio o di un violento acquazzone. Da mesi, da anni, si parla di intervenire con urgenze per togliere quanto più possibile terra dal letto del torrente; da anni si parla che la Regione dovrebbe stanziare grosse somme per questi lavori; da mesi vengono responsabilizzate le autorità competenti, a cominciare dalla Protezione civile. Ma non si muove foglia, nessuno interviene. “Ho scritto al Prefetto, al Genio Civile, alla Protezione civile – ha dichiarato il sindaco Matteo Francilia - perché così non si può rimanere: la pericolosità è assoluta. Adesso chiederò un incontro immediato col Prefetto per dire che i fondi ci sono ma bisogno velocizzare le procedure, perché prima che vengono accordati passeranno mesi e forse sarà troppo tardi. Se non vogliono svuotarlo loro il letto del torrente, che mi autorizzino, provvederò con l’aiuto di alcune ditte di abbassare l’alveo del Savoca”. E poi Francilia ha concluso: “Il torrente è a rischio esondazione e non si può rimanere inerti davanti ad un pericolo imminente”. (Nella foto i lavori nel greto del torrente Fondacalasi) 

Condividi su:

Non ci sono commenti.

Rispondi

I commenti, prima di essere inseriti, saranno moderati dalla redazione.

Copia il codice P1H qui sotto: